Ciambella rustica

Soffice, delicata e profumatissima: è così questa ciambella rustica, un po’ salata e un po’ dolce … una di quelle ricette per bambini che in realtà accontentano tutte le età.

E’ un’idea che ho studiato per Pasqua ma che si presta a tante diverse occasioni: specie quando la bella stagione si avvicina e si ha voglia di fare qualche gita e pic nic all’aperto. Si può conservare coperta da un panno un paio di giorni in modo che non si secchi, o congelarla a fette da usare all’occorrenza, magari tostandole per uno spuntino salato da proporre ai vostri bimbi.

Ciambella rustica

Come si prepara questa torta salata speciale?

Vi consiglio di iniziare dalla farcitura e, una volta pronta, aggiungerla all’impasto.

Ingredienti per la farcitura:

  • alcuni filetti di peperoni grigliati rossi o gialli
  • 2 carote piccole
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 4 bocconcini di scamorza
  • 1 cucchiaino di salsa di pomodori secchi

Ingredienti ciambella

Continue reading

Libro ricette bambini

Bimbe e bimbi, a tavola!

Quando Angelo mi ha proposto di realizzare un libro con le mie ricette per bambini, lì per lì, ho pensato “sì, perchè no,” senza farci troppe fantasie. Ho sempre vissuto Peri & the kitchen come un progetto molto digitale: un libro non era nella mia testa, non all’inizio.

Ma quando ho cominciato a lavorarci, ho capito che stava per succedere una cosa davvero speciale: aggiungere al digitale la carta stampata, segnare un altro tassello di questa avventura, arrivare davvero nelle case e tra le mani delle persone.

Introduzione Libro Peri & the kitchen

E’, è stata ed è sempre una questione di relazioni… e in fondo è bello che sia così! Marilena, la grafica che ha curato l’impaginazione, ha scoperto il mio blog all’interno di un gruppo di Mamme su Facebook e l’ha segnalato al suo editore che poi mi ha proposto questo lavoro. L’Angelo di cui sopra … in tutti i sensi 🙂

Continue reading

Genitori di corsa? Torna il menu settimanale della Peri

In questi giorni non si fa altro che parlare di back to school … non so voi, ma io mi sono già stancata di leggerlo in ogni angolo del pianeta digitale. Vi propongo quindi un back to kitchen. Lo so, avete ragione, nemmeno questa è un’espressione entusiasmante.  Io di certo non faccio i salti di gioia all’idea di tornare alla routine e spignattare ogni giorno. Ecco perché ho pensato che un nuovo menu settimanale per i vostri bambini e tutta la famiglia, completo di pranzi e cene,  potesse cascare a fagiolo, o fagiuolo, come si suol dire, in questo periodo di riprese, in cui per ingranare la quarta ci si può mettere un po’ di più … mi vengono in mente inserimenti all’asilo, prime elementari varie, ritorni di raffreddori e influenze!

Menu settimanale per bambini anteprimaCome sempre, potete stare tranquille/i: le proposte sono frutto di un lavoro a quattro mani con Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, perché oltre ad essere semplici e gustose per grandi e piccini (questo sarebbe l’intento della Peri) siano anche bilanciate a livello giornaliero e per tutta la settimana, in modo da garantire i giusti apporti nutrizionali e la corretta alternanza degli alimenti.

Potete scaricare il nuovo menu settimanale in pdf da appendere in cucina, inserendo il vostro nome e la mail qui sotto.  Se siete già iscritti, riceverete tutto via newsletter.

Please wait...
Loader

Questo menu è pensato per bambini già svezzati. Se vi servono altri menu, potete consultarli velocemente sul blog inserendo la parola #menu nel campo di ricerca. Per i più piccini, c’è anche il menu per lo svezzamento!

Menu settimanale per bambini: ricette e video.

Lunedì:   
pranzoSpaghetti alla carbonara vegetariana.
E’ sufficiente cucinare su una padella antiaderente con un po’ d’olio extravergine d’oliva zucchine e carote o altre verdure a piacere, tagliate a dadini. Una volta scolata la pasta, unite l’uovo (1 ogni 2 persone) precedentemente sbattuto con del parmigiano e lasciatelo rapprendere 1 minuto col fuoco accesso. Aggiungete infine le verdure.
cena: Sandwich vegetariano con crema di fagioli cannellini, insalata e pomodoro. Patatine arroste.
Per la crema di fagioli, frullate dapprima 50 gr di anacardi precedentemente tenuti in ammollo qualche ora. Frullateli poi in un robot insieme a 150 gr di fagioli cannellini lessati (vanno bene anche quelli già pronti in barattolo di vetro, basta sciacquarli bene dal loro liquido di conservazione), 1 cucchiaino di pesto senza aglio e 70 ml di olio extra vergine d’oliva. Usate la crema per farcire dei sandwich con insalata e pomodoro o altre verdure.

Continue reading

Polpette di carne: ricetta per bambini

Polpette di carne al sugo: una ricetta facile e gustosa

Un classico intramontabile per grandi e piccini ce l’abbiamo? Eccolo! Sono sicura che questo piatto, nella sua semplicità, accontenterà il palato di tutta la famiglia, specie quello dei bambini. Questa ricetta è davvero facile, è quella che anche la mia mamma – diventata ormai nonna Giuli – faceva a me quando ero una mini Peri. Pochi ingredienti genuini per un risultato a colpo sicuro, nel rispetto del pancino dei nostri piccoli commensali.

Per una buona riuscita, è importante acquistare una carne di manzo di qualità e farla macinare possibilmente due volte. In questo modo sarà più facile amalgamare gli ingredienti e le polpette risulteranno più gradevoli per i bambini. L’altro trucco di questa ricetta è ricorrere alla pentola a pressione per velocizzare i tempi e diminuire il lavoro.

Ingredienti per le polpette:

  • 500 gr di macinato di bovino
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo
  • parmigiano reggiano q.b. (circa 2 cucchiai)
  • pane imbevuto nel latte (circa un panino)

Ingredienti per il sugo:

  • 1 cipollotto
  • 2/3 carote
  • 200 gr di salsa di pomodoro
  • olio extra vergine d’oliva q.b.

Piccoli e semplici passaggi per preparare le polpette di carne al sugo:

  1. Amalgamate bene in un terrina il macinato, le uova e il parmigiano.
  2. Aggiungete la mollica di pane precedentemente imbevuta nel latte, avendo cura di strizzarla bene. Dovrete utilizzarne tanto quanto vi serve perché il composto risulti omogeneo e compatto e vi permetta di creare le palline.
  3. Una volta formate le polpette di carne, trasferitele in pentola a pressione con un po’ d’olio, il cipollotto tritato fine fine e le carote a pezzettini. Unite anche la passata di pomodoro e circa un bicchiere d’acqua. Non è necessario soffriggere le polpette, così risulteranno più leggere.
  4. Chiudete la pentola e fate cucinare le polpette circa 15 minuti dal fischio o in base ai tempi indicati per la cottura della carne nella vostra pentola a pressione.
  5. Mentre le polpette cucinano, potete preparare un riso bianco per insalate o un riso basmati di accompagnamento. Sarà un’ottima base per le vostre polpettine al sugo e renderà questa semplice ricetta un piatto completo anche dal punto di vista dell’apporto nutrizionale. Se optate per il riso basmati, vi consiglio di tostarlo prima un paio di minuti con un filo d’olio extra vergine d’oliva e cucinarlo poi per assorbimento.

Se vi interessano altre ricette per bambini a base di carne, potete provare anche le polpette di pollo o il pollo agrodolce con la salsa di pere e cipolle. Per le varianti vegetariane, invece, avete già sperimentato le polpette di quinoa o i burger di ceci e miglio?

 

Menu Settimanale Primavera

Ricette sane e gustose nel menu di primavera

E’ possibile combinare ricette sane per bambini in un menu settimanale gustoso per tutta la famiglia, ma non troppo faticoso?

E’ quello che ho cercato di fare con questa nuova proposta di pranzi e cene per tutta la settimana, ispirati alla primavera.

Finalmente è arrivata la stagione delle primizie, dei fiori e delle giornate che si allungano. E quando si può stare di più all’aperto, chi ha voglia di passare tempo in cucina? Io, giusto per non fare nomi, non tanto.

Ecco perché ho cercato di semplificare al massimo le ricette di questo menu, studiato con l’aiuto di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico che è ormai il mio braccio destro per tutto ciò che riguarda il mondo delle ricette sane per bambini. Tutti i pasti sono completi e bilanciati dal punto di vista nutrizionale e sfruttano i frutti deliziosi che la primavera ci offre.

Ricette sane per bambini nel menu primaverile

Potete scaricare gratuitamente il menu in PDF, lasciando i vostri dati qui sotto. Se li avete già forniti in precedenza, controllate la vostra posta e troverete il menu con la newsletter.

Please wait...
Loader

 

E visto che il mio motto è “più facile è più buono“, perché non aiutarsi con un pratico planning settimanale come quello della foto? E’ magnetico, si attacca a tutte le superfici metalliche e vi permetterà di annotarvi pranzi, cene e appunti sulla spesa. 

Planning ricette sane per bambini

Ecco le ricette del menu settimanale

LUN
pranzo: Cous cous con crema di ceci e carote
cena: Pennette al ragù di pesce

MAR
pranzo: Bocconcini di pollo al curry su una base riso bianco e taccole al vapore.
Infarinate leggermente i bocconcini di pollo e cucinateli su una pentola antiaderente con un po’ d’olio extra vergine d’oliva. A metà cottura, aggiungete il curry sciolto in una tazzina d’acqua bollente.
cena: Spaghetti al pesto genovese e frittatina agli spinaci

MER
pranzo: Riso allo zafferano con scalogno, piselli e carote.
Preparate la base con lo scalogno, i piselli e le carote cucinando le verdure con un po’ d’olio extra vergine d’oliva. Versate quindi il riso e fatelo tostare. Procedete la cottura aggiungendo un po’ per volta il brodo vegetale. Unite lo zafferano 5 minuti prima di spegnere il fuoco.
cena: Insalata di farro con crema di spinaci, ricotta e pomodorini secchi
Cucinate per assorbimento gli spinaci freschi (o surgelati) in un pentolino antiaderente con un po’ d’acqua. Una volta pronti, strizzateli e frullateli insieme alla ricotta e ai pomodorini precedentemente tagliati e ridotti a crema con un frullatore a immersione. Lessate il farro e unite gli altri ingredienti.

GIO
pranzo: Spaghetti al pesto di fave
cena: Straccetti di manzo con riso basmati e carotine.
Per rendere più gustosi gli straccetti, potete preparare una base con olio extra vergine d’oliva, pomodorini ciliegini e rosmarino. Una volta che i pomodorini hanno rilasciato il loro sughetto, aggiungete la carne e fatela rosolare appena. Servite insieme al riso e a delle carotine crude da sgranocchiare.

VEN
pranzo: Fregola in brodo e pesce al forno.
Potete acquistare la fregola al supermercato e cucinarla come una comune pastina in brodo, in base ai tempi di cottura indicati sulla confezione. Per il pesce, optate per dei filetti da cucinare al forno con un’impanatura profumata, ad esempio a base di pane di grano duro, origano, salvia e buccia d’arancia.
cenaPiada Pizza

SAB
pranzo: Gnocchi rosa di barbabietole e ricotta
cena: Pasta al pomodoro e pollo agrodolce con pere e cipolla

DOM
pranzo: Risotto agli asparagi e uovo alla coque o secondo la cottura che preferite.
Per preparare il risotto agli asparagi, sfruttate le parti di gambo che scartate per insaporire il brodo vegetale. Fate rosolare con un po’ d’olio extra vergine d’oliva gli asparagi tagliati a rondelle, ad esclusione delle punte. Aggiungete il riso. Dopo averlo fatto tostare, completate la cottura versando il brodo un po’ per volta. Unite le punte degli asparagi gli ultimi 5 minuti. Per i più piccoli, potete usare un riso a cottura veloce e frullare gli asparagi, una volta cotti.
cena: Pasta al salmone e pomodoro fresco.
Per preparare il sugo, tagliate il salmone a cubetti e fatelo rosolare in pentola con olio extra vergine d’oliva, pomodorini ciliegini e un po’ di timo.

Se vi siete persi i menu precedenti, ecco quello dedicato allo svezzamento e il menu settimanale di febbraio.

Per qualsiasi dubbio su preparazioni, ricette o altro, non esitate a scrivermi qui, sulla mia pagina facebook o via mail a info@periandthekitchen.com.

 

Polpettone di zucca e lenticchie

Un piatto unico alternativo, dolce e salutare. E’ così questo polpettone, davvero un’idea interessante per sfruttare un alimento che piace molto ai bambini, la zucca, combinandolo con uno importante come le lenticchie che però spesso non sono le preferite dai nostri piccoli commensali. Insieme, aggiungiamo anche il cous cous che rende questo piatto completo dal punto di vista dell’apporto proteico.

Polpettone di zucca e lenticchie

Avete ragione, questo video dura un po’ più del solito: scusate se mi sono dilungata, ma ci tenevo a mostrarvi tutti i passaggi, completi di qualche “papera”, e spiegarvi come rendere il più semplice possibile la preparazione.

Innanzi tutto optate per le lenticchie rosse decorticate e il cous cous precotto così riducete di uno scherzo i tempi di cottura. Per la zucca, potete cucinarla al microonde o in alternativa, se non ce l’avete come nel mio caso, potete tagliarla a julienne e cucinarla direttamente in pentola con le lenticchie, insieme ad una base di scalogno e erbe aromatiche. A proposito di erbe aromatiche: non perdetevi la performance di Matte quando elenca gli ingredienti … very professional.

Una volta preparati zucca, lenticchie e cous cous, basterà amalgamarli aggiungendo un po’ di pane grattugiato e mollica di pane imbevuto nel latte per compattare l’impasto e garantirne comunque la morbidezza. Potete quindi creare con le mani la forma tradizionale del polpettone e cucinarlo in forno a 200° per 45 minuti utilizzando uno stampo da plumcake.

Si conserva benissimo in frigo e mangiato uno o due giorni dopo è ancora più buono. Vi consiglio quindi di prepararlo nel weekend per avere qualcosa di pronto in settimana o la sera per l’indomani.

Per una versione senza glutine, potete sostituire il cous cous con del miglio (o 1 uovo) e il pane grattugiato con delle mandorle polverizzate.

Una bella alternativa vegetariana al classico polpettone di carne, da accompagnare con qualche verduretta (coste, spinaci, insalatina) che vi farà fare bella figura anche se avete qualche ospite a tavola. Morbido dentro, croccante fuori! Davvero a prova di grandi e piccini.

ps: Matte, che non sempre si fida della Peri, prima ha chiesto un assaggino piccolo piccolo … poi ha optato per il formato big size.

Assaggio Assaggio grande

INGREDIENTI:
250/300 gr di zucca delica
200 gr di lenticchie rosse decorticate
100 gr di cous cous precotto
1/2 scalogno
qualche rametto di rosmarino
qualche foglia di alloro
pane grattugiato q.b.
mollica di pane (circa un panino piccolo) imbevuta nel latte

Continue reading

Ravioli di Natale a forma di stella

C’è chi adora le feste di Natale e chi ne ha l’allergia. Io sono della vecchia scuola, di quelle che indosserebbero i calzetti con i disegni delle renne per tutto il mese di dicembre. Quindi sì, amo questa festa, prendersi del tempo per giocare, stare insieme, cucinare o semplicemente … non fare niente! Ci tenevo molto a raccontarvi questa ricettina un po’ prima dei giorni caldi di Natale perché io e Alice ci siamo davvero messe sotto per trovare un’idea a tema che fosse adatta ai più piccoli.

Pasta fatta in casa

Quante volte ho fatto la pasta fatta in casa? In casa mia: zero! In casa degli altri: 2. Numeri non molto rassicuranti, direi. Perciò non spaventatevi. A video vedete tutti i passaggi – perdonate se è un po’ lungo – ma ho preferito accompagnare per mano chi dovesse cimentarsi per la prima volta come me. Le dosi sono quelle indicate (1 uovo medio per 1 hg di farina), vi dovrete regolare un po’ ad occhio per far sì che la pasta sia omogenea e si faccia stendere. Buttatevi, non sarà perfetta, nemmeno la mia lo è, ma sarà la vostra!

Ravioli fatti in casa

Ma la pasta di per sé non è nulla di nuovo. E’ il ripieno che è davvero una bella sorpresa: oltre ad essere una variante a quelli tipici di carne, è davvero profumato grazie ai pomodorini secchi e al basilico. Il gusto si completa con i pinoli e la patate che fanno da legante. Alla base c’è la ricotta: leggera e digeribile, dà equilibrio al tutto. Ne esce un piatto delicato e molto bilanciato, davvero a prova di bambini più piccoli.

Per il condimento, seguiamo il motto “Più facile è più buono”: burro fuso e salvia, non serve aggiungere di più.

Avendone fatto per un reggimento, la prima volta ho riutilizzato l’avanzo del ripieno per farcire dei cannelloni con pasta fresca per lasagne già pronta, che ho ricoperto con salsa di pomodoro e besciamella (in forno poi per 15 min). Questa può essere la soluzione per chi non ha estro di fare la pasta fatta in casa, ma vuole comunque provare il ripieno.

Certo le stelle … meritano!

Ravioli di Natale a stella

Trucchetti:

  • In alternativa la basilico fresco e pinoli, potete utilizzare del pesto genovese già pronto.
  • Per gestire meglio i tempi, potete preparare i ravioli completi di ripieno in anticipo, congelarli e tuffarli in acqua bollente direttamente dal freezer, nel momento in cui vorrete cucinarli.
  • Se preparate la pasta fresca in diretta, utilizzatela subito per creare le stelle e cucinarle, senza farla seccare.

INGREDIENTI PER LA PASTA:
1 uovo per circa 1 hg di farina a persona
1 goccio di olio extra vergine d’oliva

INGREDIENTI PER LA FARCIA:
1 hg di ricotta fresca
5/6 pomodorini secchi
le foglie di qualche rametto di basilico
1 manciata di pinoli
1 patata lessa
2 cucchiai di parmigiano reggiano

Continue reading

Polpette di quinoa e verdure

Se vi dicessero: oggi vi preparo un bel piatto di quinoa, che espressione fareste? La mia prima reazione tradirebbe sicuramente un certo alone di tristezza. Fino a qualche tempo fa non sapevo neanche dell’esistenza di questo pseudo cereale e le poche volte che mi sono cimentata… ehm ecco, lasciamo stare proprio.

Peri prepara le polpette

Ma poi nella vita si diventa grandi (qualche volta pure genitori) e abbastanza folli da lanciarsi in nuove avventure. Ed eccomi qua. Peri, in missione QUINOA, ovvero come trasformare qualcosa di tristarello e un po’ difficile da proporre ai bambini in un piatto buono e gioioso. La notizia di oggi amici è che si può fareeeee! A giudicare dall’umore e dalla parlantina di Matte quando le ha assaggiate durante le riprese, pare proprio mettano allegria.

Matte

Ho scelto la quinoa per la mia nuova sfida culinaria perché è davvero un alimento sano e ricco dal punto di vista nutrizionale.  Anche se non è un vero cereale, la possiamo usare come valida alternativa senza glutine e in sostituzione alle classiche polpette di carne o altri secondi a base di proteine. Alice alla fine del post vi spiega tutto nel dettaglio, io meglio che non mi addentri che poi mi incarto.

Menta

Per rendere la quinoa invitante ho quindi deciso di mescolarla a gusti e consistenze che creassero un bel mix finale. Nell’impasto quindi trovate verdure saltate che conferiscono dolcezza e morbidezza, una patata lessa che funziona da collante al posto dell’uovo, un po’ di menta per profumare il tutto e della farina di ceci per compattare ulteriormente le polpette e mantenerle gluten free visto che proviene dai legumi.

Una volta lessata la quinoa, cotte e unite le verdure e gli altri ingredienti, si passa all’arte dell’arrotolo.

Preparazione Polpette Quinoa

Qui potete prendere varie strade. O usare un comune pane grattugiato insieme a del parmigiano per aumentare la croccantezza delle polpette una volta al forno, oppure in caso di celiachia, lanciare le palle su una distesa di pane  grattugiato senza glutine o sesamo; o ancora, per i vegani, usare solo l’impanatura eliminando il parmigiano. Insomma, un po’ per tutti i gusti e le esigenze.

Teglia polpette quinoa

A proposito di gusti, dalle nostre parti sono state particolarmente apprezzate nella versione con un po’ di sugo di pomodoro. Comunque, amici, non vi preoccupate, arriverà anche un ricetta per i carnivori, nel frattempo abbiamo pensato di sperimentare le cose più difficili da preparare e far apprezzare ai più piccoli.

 

INGREDIENTI PER 1 TEGLIA:

100 gr di quinoa
2 carote e 2 zucchine
1 patata
qualche foglia di menta
3 cucchiai circa di farina di ceci
parmigiano reggiano e pane grattugiato per l’impanatura (per i celiaci, pane senza glutine o sesamo)
olio extravergine di oliva q.b.


AliceCancellato_foto

ALICE CHE DICE?

Il commento di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, specializzata in alimentazione dell’età pediatrica.

La cosa che mi piace di questa ricetta è che è adatta a tutti:

  • celiaci (con l’accortezza di usare del pane grattugiato senza glutine o del sesamo per l’impanatura delle polpette)
  • allergici a uova e latte (eliminando il parmigiano)
  • vegetariani
  • vegani (sempre eliminando il parmigiano dall’impanatura).

Ecco nel dettaglio le caratteristiche nutritive degli ingredienti utilizzati.

La QUINOA non è un cereale ma uno pseudo cereale, anche se ha le caratteristiche nutritive simili a quelle dei cereali. Contiene infatti carboidrati complessi e una discreta quantità di fibra. E’ più ricca però di proteine (e più complete dal punto di vista nutrizionale), di sali minerali e di vitamine del gruppo B rispetto ai cereali, tanto da poterla utilizzare, insieme alle verdure, come piatto unico.
Inoltre non contiene glutine ed è adatta ai celiaci.

Un’altra peculiarità di queste polpette è che non contengono uova:  per compattarle, la Peri ha utilizzato le PATATE che, oltre all’amido come fonte di carboidrati complessi, sono ricche di vitamine del gruppo B e sali minerali (soprattutto potassio). Vi consiglio di lessarle con la buccia, così mantengono ancora di più i loro sali minerali. 

Le VERDURE inserite nella preparazione contribuiscono ad aumentare il contenuto di fibre, sali minerali e antiossidanti.

Infine la FARINA DI CECI, oltre che ad aiutare a rendere più compatto l’impasto, è senza glutine e permette di aumentare la quota proteica della ricetta, in modo tale da non dover aggiungere altre proteine al pasto.

Menu settimanale per genitori di corsa

Avete presente quando siete di “volata” tutto il giorno, arrivate alle 7 di sera con uno o più pupi affamati e non avete alba di cosa preparare per cena?

A me capita parecchie volte, credetemi, e quando non so cosa cucinare succede che divento pure di cattivo umore e finisco col fare sempre le solite cose.

Ecco perché è da un po’ che avevo in mente di preparare un menu settimanale che potesse essere un piccolo aiuto per i genitori in cucina, soprattutto in questo periodo che i bambini ancora non hanno iniziato nido/asilo/scuola e sono spesso a casa con mamma o papà, anche a pranzo!

menu_settimanale_lowLa cosa bella di questo menu è che è fatto a 4 mani, insieme alle mie ci sono infatti quelle preziose di Alice Cancellato del Policentro Pediatrico. E’ quindi garantito dal punto di vista nutrizionale, perché ogni giorno è bilanciato e ogni pasto completo nel rispetto del famoso trio carboidrati-proteine-verdure. Il mio zampino riguarda soprattutto le proposte culinarie e il desiderio di non impazzire quanto a difficoltà e tempi di preparazione.

Trovate le proposte pranzo e cena per tutta la settimana qui sotto, con i link ad alcune video ricette della Peri, ma potete anche scaricare il pdf e stampare comodamente la versione a colori da appendere in cucina. Vi chiedo solo la mail così per le prossime volte lo riceverete via posta, anche senza tener d’occhio il blog. Questione di un paio di click.

Qui potete scaricare il MENU SETTIMANALE P&K a colori come nell’immagine e, se se lo merita, attaccarlo al frigo insieme ai disegni dei vostri cuccioli.

Anche se alcune proposte sono adatte a bambini più piccoli, il menu completo è pensato per bambini da 1 anno di età in su. Ogni giorno, ricordate di aggiungere anche due porzioni di frutta fresca di stagione.

Se avete dubbi o difficoltà su qualche preparazione o ingrediente, scrivetemi qui o sulla mia pagina facebook e ci sarò.

Ricorrenza degli alimenti 

In questo menu trovate:
pesce: 2 volte
carne: 3 volte
uova: 1 volta
legumi: 4 volte

LUN
pranzo: Pasta al pomodoro, petto di pollo impanato con pane, mandorle e origano (cottura al forno o su pentola anti aderente), cappuccio in insalata
cena: burger di ceci e miglio, carotine crude da sgranocchiare

MAR
pranzo: crema di piselli e robiola (cucinate o lessate i piselli e frullateli insieme a un cucchiaino di robiola, procedimento simile alla crema di zucca) con quinoa (cucinatela in acqua bollente per circa 15 min)
cena: risopizza

MER
pranzo: pasta al pesto
cena: passato di verdure e patate con crostini (cucinate le verdure e le patate insieme in pentola a pressione con una base di porro e frullate il tutto), frittata

GIOV
pranzo: gnocchi di semolino con sughetto di pomodoro
cena: sogliola con verdure miste e riso basmati (lessato per assorbimento)

VEN
pranzo: insalata di orzo con piselli, carote e mais
cena: pizza

SAB
pranzo: coscetta di pollo arrosto con patate e zucchine
cena: cous cous al pesto e concentrato di pomodoro, branzino imperinato al forno

DOM
pranzo: pasta al ragu di carne
cena: ditalini di farro con crema di lenticchie (cucinate le lenticchie su una base di porro e carotine e frullate una volta cotte)

Nei pasti in cui sono presenti i legumi, potete usare per praticità quelli in barattolo già lessati (ceci), quelli decorticati (lenticchie) o surgelati (piselli). Per la carne, se potete, prediligete quella da allevamenti consapevoli e biologici così come per le uova. Per il pesce, invece, va benissimo anche quello surgelato, ma preferibilmente pescato in mare aperto, e non di allevamento.

La Frittata di Maccheroni

Un blog è un diario. Un luogo dove raccontare e raccontarsi.

E in questa video ricetta c’è molto di me e della mia storia. Mentre finivo il montaggio, mi sono accorta che nel video ci sono “tutti” gli uomini della mia vita … beh quelli di oggi, domani chissà.

Occhi sinceri e barba ormai bianca: è il mio papà, anche detto nonno Ernesto. Un tipo che è tutto un programma: un concentrato di saggezza e allegria, un orso che con l’ironia mi ha insegnato tante cose, anche quelle che con i sorrisi hanno apparentemente meno a che fare.

Peri Ernesto e il cannocchiale

Poi c’è il regista, quello dietro la telecamera che anche se a video non si vede mai –  vi dirò, non che io lo veda tanto in questo periodo – c’è! A volte, diciamolo, gli tirerei l’intera terrina di spaghetti in testa, ma senza un po’ di pepe sai che noia.

E infine il più giovane, il classico colpo di fulmine. Matte, che forse proprio dagli altri 2 ha preso quella sua voglia di scherzare sempre, di raccontare le cose al contrario per prenderci in giro in attesa della nostra risata.

Insomma, eccoli serviti. Ma perché il nonno?

I segreti della cottura

Perché ci tenevo che fosse lui a raccontare questa ricetta tutta napoletana come le sue e, per il 50%, le mie origini. Perché in questo piatto ci sono tanti ricordi di infanzia che si intrecciano con le vite di chi era bambino un bel po’ di anni fa e con chi lo è oggi. Perché non avevo mai fatto la frittata di maccheroni e mi piaceva l’idea che a insegnarmi questo piatto fosse proprio chi lo preparava a me.

Veniamo dunque al cibo … che se ancora c’è qualcuno che legge, è per questo che è ancora qui. E lo ringrazio.

Frittata di maccheroni

Siamo di fronte a una vera dritta: innanzi tutto è una ricetta anti-spreco, una soluzione golosa e veloce per utilizzare un avanzo di pasta della sera prima (che siano spaghetti o vermicelli, mi raccomando). Gustato freddo è ancora più buono e proprio per questo si presta a pic nic e gite di tutti i tipi. Se vi capita di andare in vacanza in qualche lido del Sud Italia, vedrete di sicuro uscire la frittata di maccheroni dalla borsa da spiaggia di qualche signora. Nella sua semplicità, è un piatto unico che ci risolve il pasto: la croccante crosticina che si crea è il motivo per cui non ne avanza mai un pezzetto. Quando si è formata da ambo le parti, è segno che la frittata è pronta!

E’ semplice, sì, ma per farla a regola d’arte ci sono un po’ di trucchetti da seguire. Sul video il nonno ce li spiega e a giudicare da come Matte si gusta la frittata alla fine, direi che è davvero semplice imparare a farla bene!

Matteo apprezza la frittata

INGREDIENTI PER 1 FRITTATA:

150 gr di spaghetti o vermicelli al pomodoro e basilico avanzati
1 uovo
una spolverata di parmigiano reggiano
olio extravergine di oliva q.b.


AliceCancellato_foto

ALICE CHE DICE?

Il commento di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, specializzata in alimentazione dell’età pediatrica.

Questa ricetta è un piatto unico completo e pratico: contiene infatti il trio carboidrati-proteine-verdure.

E’ importante inserire sempre i carboidrati nella dieta dei bambini per soddisfare il loro fabbisogno giornaliero che è del 50/55%.

Il pomodoro con cui è condita la pasta è ricchissimo di licopene, un antiossidante molto importante che viene assorbito meglio a seguito della cottura. Contiene anche beta carotene, molto utile al nostro organismo perché aiuta a proteggere occhi e pelle dall’azione dei raggi ultravioletti.

Per la cottura della frittata viene usato anche dell’olio extra vergine d’oliva, importante perché favorisce l’assorbimento del licopene e del beta carotene.