Polpette di lenticchie e patate

Crocchette di lenticchie rosse e patate

Dopo la ricetta delle polpette di fagioli cannellini , ho pensato di cimentarmi in un altro piatto sfizioso a base di legumi: le polpette di lenticchie rosse e patate, cucinate al forno.

Assomigliano a delle gustose crocchette, senza però che ci sia nulla di fritto, e consentono di proporre le lenticchie ai vostri bambini in una forma diversa dalle solite zuppe, senza dare troppo nell’occhio. Il vantaggio delle lenticchie rosse decorticate è che si cucinano davvero in fretta e risultano adatta anche ai bambini più piccoli. Vediamo un po’ gli ingredienti e tutti i passaggi.

Lenticchie rosse

Ingredienti per circa 2 teglie:

  • 500 gr di patate
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 30 gr di parmigiano
  • olio extra vergine d’oliva
  • 150gr di lenticchie rosse decorticate
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 300 ml di acqua

Ingredienti per l’impanatura:

  • 1 uovo
  • pan grattato (anche senza glutine)

Preparazione delle polpette di lenticchie

– Lessate le patate, mantenendole asciutte.

Patate impasto crocchette

– Preparate un trito di carota e cipolla e fatelo rosolare con un po’ d’olio extra vergine d’oliva.  Aggiungete quindi le lenticchie, dopo averle risciacquate per bene, e l’acqua. Procedete la cottura per assorbimento finché l’acqua si sarà tutta consumata. A quel punto regolate un po’ di sale e frullate le lenticchie con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema.

Lenticchie rosse crema

– Unite la crema alla patate schiacciate con lo schiaccia patate, il tuorlo d’uovo e il parmigiano. Aggiungete anche un po’ d’olio evo, tanto quanto basta a favorire la compattezza dell’impasto.
– A questo punto, cominciate a creare la sagoma: tonda se volete fare delle polpettine o leggermente affusolata se optate per le crocchette. Via via che formate le polpette di lenticchie, passatele sull’uovo e, a serguire, sul pangrattato. Disponetele su una teglia ricoperta da carta da forno e lasciatele riposare in frigo per circa 20 minuti. Questo eviterà che in cottura si spacchino.

Impanatura uovo

– Irroratele con un filo d’olio e infornate a 180°/190° per 10 minuti. Selezionate quindi la funzione grill e procedete la cottura per altri 5 minuti.

Crocchette di lenticchie al forno

Come proporle

Potete accompagnare le crocchette con una salsa di verdure, ad esempio a base di peperoni: la presenza della Vitamina C favorirà infatti l’assorbimento del ferro vegetale contenuto nelle lenticchie. Oppure potete aprirle e farcirle con dell’avocado maturo schiacciato e leggermente condito.

Polpette di lenticchie

Come conservare le polpette di lenticchie

Se ne avanzate, riponete le polpette all’interno di un contenitore chiuso e conservatele in frigo per un giorno. Potete anche prepararle senza cucinarle e conservarle da crude in freezer per poi cuocerle al bisogno in forno, anche senza scongelarle.

Ti interessano altri secondi piatti sfiziosi a base di legumi? Ecco qualche ricetta:

Nutrizionista

LO SAPEVI CHE?

Informazioni nutrizionali a cura di Chiara Saccomani, biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano

Queta ricetta rappresenta un’idea molto semplice ma sfiziosa per aiutare i bambini ad assaggiare i legumi. Le polpettine proposte dalla Peri contengono lenticchie rosse, uova e parmigiano, dunque 3 fonti proteiche diverse ma in quantità bilanciate. Le patate costituiscono una quota di carboidrati del piatto che integrato con un po’ di verdure di stagione e del pane, magari integrale, diventa un pasto completo dal punto di vista nutrizionale. Associando alle polpette di lenticchie una verdura ricca di Vitamina C o completando il pasto con una spremuta d’arancia, facilitere l’assimilazione del ferro vegetale contenuto nei legumi.

3 ragù per bambini: carne, pesce, legumi

Dopo i 3 Moschettieri, le 3 Grazie e i 3 Porcellini, arrivano … i 3 ragù.

Adatti come sempre ai bambini ma anche ai loro legittimi genitori, parenti e amici, mettono insieme più di una storia: ognuno ha il suo perché e si presta a piatti diversi.
Hanno alcuni elementi in comune (il trito iniziale di carote, sedano e cipolla/scalogno e la passata di pomodoro) ma cambia la proteina impiegata, tempi e preparazioni.

Con le dosi indicate, otterrete delle ricche pentole che vi consentiranno di fare qualche pratica scorta in freezer. Cominciamo!

1. RAGU’ DI CARNE
Questa è la nostra ricetta di famiglia: è il sugo che di solito prepara mio marito – il regista – quella volta o 2 l’anno che decide di cucinare … ma devo dire che su questa preparazione non lo batte nessuno 🙂 Noi lo usiamo soprattutto per fare le lasagne o una buona pasta al forno.

Ragu di carne

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

  • 500 gr di macinato di manzo scelto
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • mezzo bicchiere di vino rosso (opzionale)
  1. Iniziate tritando finemente le verdure e facendole imbiondire in una casseruola o una pentola di ghisa con un l’olio e 2 cucchiai di acqua calda.
  2. Fate rosolare la carne per circa 10 minuti e aggiungete il vino rosso che dovrete far evaporare.
  3. Completate con la salsa di pomodoro e cucinate a fuoco lento per circa 2 ore a coperchio chiuso.
  4. Regolate di sale e un pizzico di pepe.

2. RAGU’ DI PESCE
Altrettanto buono, più veloce e a base di pesce, è il ragù di pesce persico. Qualcuno forse lo conosce già perché avevo realizzato qualche tempo fa anche la video ricetta  studiata con Alice Cancellato. Ideale per condire una buona pasta e creare un piatto unico delicato e dolce con cui proporre il pesce ai bambini.

Ragù per bambini di pesce

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

  • 150/200 gr di pesce persico
  • 300 gr di passata di pomodoro a base di datterini
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  1. Prendete una padella antiaderente abbastanza ampia e preparate il trito con un po’ olio e acqua.
  2. Tagliate a cubetti il filetto di pesce persico di cui scarterete la lisca centrale e fatelo rosolare qualche minuto.
  3. Aggiungete la passata di datterini e completate la cottura per circa 15/20 minuti aggiungendo dell’olio extra vergine a crudo e due mestoli d’acqua.
  4. Mantenete in parte il coperchio chiuso perché il sugo non si secchi troppo e regolate infine di sale.

3. RAGU’ DI LENTICCHIE ROSSE
Questa è una scoperta recente ma molto apprezzata dai miei ometti di casa. La partenza è sempre la stessa, ma il cuore della ricetta sono i legumi: usiamo le lenticchie rosse decorticate (più veloci da cucinare e più adatte ai bambini). Come ho imparato da Alice, perché il ferro contenuto nelle proteine vegetali venga assorbito più facilmente, è necessario abbinare alle lenticchie un alimento ricco di Vitamina C. Noi l’abbiamo usato per accompagnare degli gnocchi di zucca, ma potete anche condire una semplice pasta e proporre poi una clementina, un’arancia (come frutto o succo) a fine pasto. Per i bambini, potete anche frullare il ragù in modo da ottenere una crema in cui le lenticchie si disfano completamente.

Ragù di lenticchie

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

  • 200 gr di lenticchie rosse decorticate
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 cipolla piccola o scalogno
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • 200 gr di acqua
  • 2 foglie di alloro

Lenticchie rosse

  1. Cominciate sempre con la preparazione del trito.
  2. Lavate bene le lenticchie e aggiungetele alla base insieme alle foglie di alloro spezzate, facendole insaporire per qualche minuto.
  3. Versate la passata di pomodoro e l’acqua e proseguite la cottura per circa 25 minuti a fuoco basso (togliete le foglie di alloro a metà cottura).
  4. Regolate infine di sale.

E a voi, quale piace di più?

Polpettone di zucca e lenticchie

Un piatto unico alternativo, dolce e salutare. E’ così questo polpettone, davvero un’idea interessante per sfruttare un alimento che piace molto ai bambini, la zucca, combinandolo con uno importante come le lenticchie che però spesso non sono le preferite dai nostri piccoli commensali. Insieme, aggiungiamo anche il cous cous che rende questo piatto completo dal punto di vista dell’apporto proteico.

Polpettone di zucca e lenticchie

Avete ragione, questo video dura un po’ più del solito: scusate se mi sono dilungata, ma ci tenevo a mostrarvi tutti i passaggi, completi di qualche “papera”, e spiegarvi come rendere il più semplice possibile la preparazione.

Innanzi tutto optate per le lenticchie rosse decorticate e il cous cous precotto così riducete di uno scherzo i tempi di cottura. Per la zucca, potete cucinarla al microonde o in alternativa, se non ce l’avete come nel mio caso, potete tagliarla a julienne e cucinarla direttamente in pentola con le lenticchie, insieme ad una base di scalogno e erbe aromatiche. A proposito di erbe aromatiche: non perdetevi la performance di Matte quando elenca gli ingredienti … very professional.

Una volta preparati zucca, lenticchie e cous cous, basterà amalgamarli aggiungendo un po’ di pane grattugiato e mollica di pane imbevuto nel latte per compattare l’impasto e garantirne comunque la morbidezza. Potete quindi creare con le mani la forma tradizionale del polpettone e cucinarlo in forno a 200° per 45 minuti utilizzando uno stampo da plumcake.

Si conserva benissimo in frigo e mangiato uno o due giorni dopo è ancora più buono. Vi consiglio quindi di prepararlo nel weekend per avere qualcosa di pronto in settimana o la sera per l’indomani.

Per una versione senza glutine, potete sostituire il cous cous con del miglio (o 1 uovo) e il pane grattugiato con delle mandorle polverizzate.

Una bella alternativa vegetariana al classico polpettone di carne, da accompagnare con qualche verduretta (coste, spinaci, insalatina) che vi farà fare bella figura anche se avete qualche ospite a tavola. Morbido dentro, croccante fuori! Davvero a prova di grandi e piccini.

ps: Matte, che non sempre si fida della Peri, prima ha chiesto un assaggino piccolo piccolo … poi ha optato per il formato big size.

Assaggio Assaggio grande

INGREDIENTI:
250/300 gr di zucca delica
200 gr di lenticchie rosse decorticate
100 gr di cous cous precotto
1/2 scalogno
qualche rametto di rosmarino
qualche foglia di alloro
pane grattugiato q.b.
mollica di pane (circa un panino piccolo) imbevuta nel latte

Continue reading