Gnocchi di piselli: una ricetta dallo svezzamento ai 99 anni

Ci sono ricette un po’ speciali, che mi conquistano fin dai primi esperimenti. Questa è una di quelle. Mi è piaciuta crearla, assaggiarla – anche da cruda – fotografarla, prepararla per la mia famiglia e vedere la velocità a cui è sparita dai piatti.

Ricetta svezzamento: gnocchi di piselli

Questi gnocchi di piselli hanno davvero tante caratteristiche che lo rendono un piatto interessante, provo subito a dirvele sperando che mettano voglia anche a voi di provarlo:

  • Per preparare l’impasto occorrono pochissimi ingredienti (patate, piselli, farina e basilico).
  • Gli gnocchi sono vegani: non ho usato nè uova nè latte, ma solo un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva per amalgamarli.
  • Sono una valida ricetta anche per lo svezzamento, con l’accortezza di passare i piselli con il passa verdure per trattenere la buccia e, una volta pronti, tagliarli a pezzettini piccoli per favorire la masticazione.
  • Il loro sapore è dolce e delicato: è facile quindi proporli ai bambini, che così mangiano un piatto unico sano e nutriente, ma vi assicuro che vanno a ruba anche tra gli adulti.
  • Si lavorano facilmente e sono buoni anche tiepidi, quindi adatti anche all’estate.

Ingredienti gnocchi di piselli

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di piselli surgelati (o freschi in stagione)
  • 500 gr di patate da gnocchi
  • 120 gr circa di farina di farro
  • qualche foglia di basilico
  • 1 cucchiaino d’olio extravergine d’oliva
  • un pizzico di sale

Continue reading

Polpette di legumi

Polpette di fagioli cannellini

Quello che mi ha sempre frenato nel preparare ricette a base di legumi è il tempo. Poi ho scoperto che esistono degli ottimi prodotti già pronti et voilà: le polpette di legumi a base di fagioli cannellini sono diventate uno dei nostri secondi piatti preferiti.

L’idea me l’ha suggerita Alice Cancellato, la nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano. Io ho aggiustato un po’ le dosi ed eccole qui.

Polpette di legumi

Sono veramente facilissime da fare. Potete creare delle polpette o anche dare una forma un po’ schiacciata e trasformale in delle finte cotolette, che rimangono croccanti fuori e morbide dentro e per i bamnini sono ancora più invitanti.
Utilizzando i fagioli cannellini già pronti, avrete solo le patate da cucinare. Per il resto si tratta di amalgamare gli ingredienti e via in forno.
Oltre a piacere ai bambini perchè sono molto dolci, possono diventare anche un’ottima idea per la schiscetta di mamma e papà o, se le fate piccoline, degli ottimi finger food con cui aprire una cena tra amici.

Ingredienti per una teglia:

  • 220 gr di fagioli cannellini già lessati
  • 2 patate lesse piccole
  • 50 gr di mandorle polverizzate
  • 20 gr di parmigiano grattugiato
  • 20 gr di pane grattugiato
  • 70 ml di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • origano q.b.
  • pane e parmigiano grattugiati per l’impanatura q.b.

Preparazione delle polpette di fagioli

– Per prima cosa lessate le patate e sciacquate bene i fagioli cannellini dal loro liquido di conservazione.

Polpette di legumi ricetta

– Con un minipimer a immersione, frullate i fagioli fino a ridurli ad una purea in modo tale da eliminare pezzettini e grumi.

Fagioli cannellini

– Trasferite i fagioli frulltati in un robot da cucina e azionate il mixer insieme alle mandorle polverizzate, il pane e parmigiano grattugiati, l’origano, il concentrato di pomodoro e l’olio.

– In una terrina, aggiungete anche le patate schiacciate con un schiacciapatate e amalgamate l’impasto.

– Formate delle palline o dei burger un po’ schiacciati tipo cotolette e passateli sull’impanatura a base di parmigiano e pan grattato.

Polpetta di legumi

– Distribuite le polpettine su una leccarda ricoperta da carta da forno e infornate a 180° per circa 20 minuti, fino a che non risulteranno dorate. A metà cottura, girate le polpettine sul lato opposto.

Oltre a prepararla spesso a casa, questa è una delle ricette che ho proposto ai corsi di cucina e realizzato per la trasmissione 2 Chiacchiere in Cucina  … devo dire che sono piaciute un po’ a tutti 🙂

Polpette di legumi

Se vi interessanno altre ricettine a base di legumi, provate i burger di ceci e miglio, la crema di fagioli cannellini, o il cous cous con il pesto di ceci e carote. Per i polpetta addicted, le polpette di quinoa , le classiche di carne al sugo di pomodoro o le polpette di merluzzo.

Albero di Natale di tramezzini

Quando ho iniziato a pensare alla ricetta per le feste natalizie, ci tenevo a creare qualcosa di conviviale: un piatto a cui potesse attingere letteralmente tutta la famiglia. La sfida è stata quella di combinare qualcosa di allegro, colorato e gustoso, a preparazioni facili e ingredienti genuini, adatti anche ai bambini. E’ così che mi è venuta l’idea di creare un albero di Natale di tramezzini, composto da sapori diversi per accontentare tutti i gusti.

Albero di Natale di tramezzini per bambini

Quindi sì, è vero, c’è il pane da tramezzini, ma è all’olio extra vergine d’oliva. Ok, ci sono le salse ma che salse! Ora ve le descrivo per bene: insieme ad Alice Cancellato abbiamo studiato delle creme tutte vegetariane e a base di legumi; ognuna ha una spezia o un’erba aromatica che la arricchisce. Mi raccomando, non vi spaventate: le salse sono 3 ma se ve le propone la Peri sapete che sono facili e veloci da fare e c’è davvero poco da cucinare. Ecco cosa vi serve, oltre a pane e stampini.

Continue reading

Sandwich Vegetariano

Legumi per bambini fa rima con fagioli cannellini

Che ne dite di questo club sandwich? L’ingrediente segreto è la crema di legumi con cui è farcito.

Pane e Pesto di fagioli

Sentite qui: è a base di fagioli cannellini, anacardi, olio extra vergine d’oliva e un cucchiaino di pesto alla genovese. E’ cremosa, delicata e si presta alla grande per sostituirsi a maionese e salse varie così da creare un sandwich gustoso ma genuino. Anche semplicemente spalmata sul pane crea un antipasto o uno stuzzichino sfizioso, adatto a grandi e piccini. Potete anche servirla in dei piccoli bicchierini accompagnata da un grissino o un bibanese, stile finger food.
Insieme ad un po’ di acqua di cottura, può diventare anche una crema con cui condire una pasta: un ottimo modo per abbinare legumi e cereali e avere così un pasto completo dal punto di vista dell’apporto proteico.

Continue reading

Ricette per bambini Peri & the kitchen

Verdure e legumi: 30 ricette facili per bambini

Tra le domande che mi rivolgono più spesso le mamme, “come faccio a far mangiare le verdure a mio figlio” credo sia nella top ten in assoluto. E la risposta a come faccio è: provale tutte 🙂

Ogni bimbo ha i suoi gusti, lo sappiamo, e quello che funziona con uno non è detto abbia successo con l’altro. Per questo ho pensato di raccogliere più idee possibili, per cercare di accontentare tutti i palati. E così, io ed Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico, abbiamo studiato ben 3o ricette per bambini, suddivise per tipologia di verdura o legume di stagione.

Scusate il post un po’ lungo e poco leggibile… devo rifare il blog, lo so, ma abbiamo voluto darvi le dritte per tutti i piatti proposti a costo di un’estetica un po’ schifosetta.

Ricette facili per bambini con verdure e legumi

Potete anche scaricare il pdf con il pro memoria delle ricette  (le descrizioni le trovate in fondo al post), inserendo la vostra mail qui sotto. Se siete già iscritti, date un occhio alla posta: riceverete tutto via newsletter.

Please wait...
Loader

 

Ma perché le verdure sono così importanti, specie quando l’estate si avvicina? Ecco cosa ci spiega Alice.

In estate la frutta e verdura devono essere consumati ad ogni pasto e come spuntini. Con le alte temperature aumenta la sudorazione, con inevitabile perdita di acqua e sali minerali, oligoelementi e vitamine. E’ importante consumare frutta e verdura, possibilmente di colore diverso – giallo, rosso, verde, viola, arancione, bianco – per beneficiare di tutti gli antiossidanti, i sali minerali e le vitamine. La verdura estiva, cresciuta sotto il sole, contiene una maggiore quantità di sali minerali, vitamine e antiossidanti rispetto a quella non di stagione, cresciuta in serra. “

Ricette facili per bambini: carbonara vegetariana
ZUCCHINE e CAROTE
– Crema di zucchine, cipollotto e menta
Cucinate le zucchine con il cipollotto e un po’ di brodo vegetale. Frullate tutto insieme alla menta e servite la crema tiepida con dei crostini.
– Carbonara vegetariana
E’ sufficiente cucinare le zucchine a dadini su una padella antiaderente con un po’ d’olio extravergine d’oliva. Una volta scolata la pasta, unite l’uovo (1 ogni 2 persone) precedentemente sbattuto con del parmigiano e lasciatelo rapprendere 1 minuto col fuoco accesso. Aggiungete infine le zucchine.
– Pasta fresca con pomodorini, zucchine saltate e ceci
Condite i pomodorini con un po’ d’olio evo e origano. Saltate le zucchine e condite la pasta con tutti gli ingredienti. Potete usare i ceci in scatola, con l’accortezza di sciacquarli bene dall’acqua di conservazione.
– Polpette di zucchine e robiola
Grattugiate 2/3 zucchine crude e unitele a pan grattato, robiola, 1 tuorlo d’uovo, origano e menta. Create le polpettine e cucinatele in forno 180° per 25 minuti.
– Frittata di zucchine a rondelle
Dapprima cucinate le zucchine tagliate fine a rondelle con un filo d’olio evo e un po’ di porro o scalogno. Dopo 10 minuti, unite nella stessa padella l’uovo per fare la frittata.
– Carote speziate con semini tostati
Tagliate le carote a rondelle e mettetele in un sacchettino con olio, spezie e/o erbe aromatiche (curry, paprika, origano), un pizzico di sale, semi di sesamo, di zucca e di girasole. Sbattetele bene e trasferitele in una padella. Cuocete finché si ammorbidiscono.
– Purè di carote
Lessate le carote in un po’ brodo vegetale, frullatele e unitele alla base di un comune purè di patate.

– Muffin di carote

PEPERONI 
– Pasta con crema di peperoni e robiola 
Tagliate i peperoni a striscioline e cucinateli a fuoco vivo in una padella con un po’ d’olio evo, uno spicchio d’aglio e un po’ di pane grattugiato. Quando si sono ammorbiditi, levate la buccia e frullateli con la robiola fino a ottenere una crema con cui condire la pasta.
– Torta salata con peperoni e ricotta 
Per la sfoglia, unite 300 gr di farina, 4 cucchiai di olio evo, un pizzico di sale e acqua quanto basta fino a formare l’impasto. Cucinate in padella i peperoni con olio evo e origano (potete usate anche quelli già cotti surgelati). Stendete la pasta con l’aiuto del mattarello, inserite il ripieno e cucinate in forno a 180 ° per circa 30/40 minuti.
– Pasta con gamberi e peperoni 
Iniziate cucinando dapprima i peperoni a tocchetti con olio evo e un po’ d’aglio. A metà cottura, unite i gamberetti o le mazzancolle e completate le cottura per poi condire la pasta.
– Risotto con peperoni caramellati 
Per caramellare i peperoni, rosolateli con un po’ di cipolla e succo d’arancia. Poi utilizzateli come base per preparare un comune risotto.
– Farro con ceci e peperoni grigliati
Lessate il farro e unitevi i ceci (anche quelli in scatola vanno bene, basta sciacquarli accuratamente) e i peperoni grigliati. Potete utilizzare anche quelli surgelati per velocizzare.
– Peperoni ripieni di carne 
Per il ripieno potete usare della carne macinata magra, pan grattato, prezzemolo, un po’ di riso bianco lessato al dente e della salsa di pomodoro. Farcite i peperoni privati dei loro semi e infornateli a 200° per circa 1 ora.
 
MELANZANE 
– Parmigiana leggera di melanzane
Invece di friggere le melanzane, potete cucinarle alla griglia o in forno. Una volta pronte, disponetele a strati in una teglia aggiungendo salsa di pomodoro, mozzarella e basilico. Infornate a 200° per circa 40 minuti.
– Pizzette di melanzane
Tagliate le melanzane a dischi di 1,5 cm di spessore (precedentemente fatele asciugare su un tagliere con del sale grosso), spennellatele con olio evo e disponetele su una teglia da forno con carta anti aderente. Infornate a 180° per 10 minuti.  Cospargetele con della salsa di pomodoro e mozzarella a cubetti e ultimate la cottura in forno per altri 10 minuti.
– Pasta con pesto di melanzane

Mettete una melanzana grande intera in forno a 200°. Potete anche dimenticarla lì. Si gonfierà ma la pelle non farà bruciare l’interno. Una volta fredda, sbucciatela e frullatela con pinoli, mandorle, pomodori secchi, olio e menta o basilico.
Polpette di melanzane
Potete sfruttare delle melanzane già cotte avanzate (grigliate o cucinate al vapore) pan grattato, parmigiano, aglio e prezzemolo. Una volta create le palline, potete cucinarle in forno a 180° per 20 minuti o in padella con un po’ di olio evo.
– Involtini di melanzane
Tagliate le melanzane per lungo e cucinatele in forno. Poi arrotolatele per formare gli involtini e insaporitele in pentola con un po’ di salsa di pomodoro e basilico. Potete anche farcirle con pezzettini di mozzarella.
Ricette per bambini con piselli 
PISELLI 

– Lasagne di carasau con crema di piselli e verdure
– Risotto ai piselli
In pentola a pressione per velocizzare o seguendo il metodo tradizionale. Preparate prima la base di piselli con scalogno o cippollotto e tostate il riso prima di procedere alla cottura con il brodo vegetale. Aggiungete lo zafferano verso fine cottura per un tocco di sapore in più.
– Pasta al farro con piselli
Facilissima. Cucinate i piselli a vostro piacere e usateli per condire la pasta.
– Riso con crema di piselli e robiola 
Ideale per i più piccini se usate i chicchi di riso a cottura veloce. Una volta pronti, frullate i piselli con la robiola. Otterrete una crema delicata da unire al riso lessato a parte.
– Insalata fresca di riso/orzo con piselli, carote e pomodorini confit 
Un piatto dolce e colorato: lessate riso o orzo, passateli sotto l’acqua fresca e unite gli altri ingredienti cotti. Potete tagliuzzare le carote a piccoli pezzi e aggiungerle crude.

FAVE 
– Tortini con fave e piselli 
Frullate 200 gr di fave (anche quelle in scatola vanno bene) e 100 gr di piselli cotti con 200 gr di ricotta, 6 cucchiai di olio evo e menta.  Montate 2 uova con le fruste e unite i due composti. Oliate dei pirottini delle dimensioni di un muffin e versate il composto. Infornate a 180°C per 20 minuti.
– Purè di fave  
Basta lessare le fave in brodo di verdura e frullarle con abbondante olio evo.
– Hummus di fave e piselli con crostini di pane 
Cucinate fave e piselli e frullateli con un po’ d’olio evo, tahin, succo di limone e prezzemolo.
Se vi interessano altre idee per questa stagione, potete consultare anche il menu settimanale di primavera.
Ricette sane per bambini

Il pesto di fave

Spesso si pensa che le ricette sane per bambini siano qualcosa di insipido e triste. Errore! Avete mai assaggiato il pesto di fave? Provate questa versione con anacardi e pecorino e poi raccontatemi cosa ve ne pare.

Quando arriva la primavera … zac, mi scatta subito la voglia delle primizie. Questo pesto di fave è una vera dritta. Si prepara in pochi minuti ed è comodissimo per condire una pasta e servire un piatto unico per tutta la famiglia.

Pasta al pesto di fave

Le fave sono tipiche della primavera, appartengono alla famiglia delle leguminose e sono quindi un’ottima fonte di proteine vegetali. In questo pesto, il loro sapore gustoso si combina armoniosamente con quello del pecorino e del basilico. Potete usarlo per condire una pasta aggiungendo un po’ di acqua di cottura o spalmarlo su una bella fetta di pane per degli sfiziosi antipasti.

Come preparare il pesto di fave

Ingredienti:

  • 150 gr di fave fresche lessate o in vasetto sott’olio e sale
  • 70 gr di pecorino grattugiato
  • 45 gr di anacardi
  • 80 ml di olio extra vergine d’oliva
  • qualche foglia di basilico

E’ sufficiente frullare gli anacardi fino a polverissarli con un macinino, unire gli altri ingredienti e ridurli a crema con l’aiuto di un robot da cucina.

Se usate le fave fresche, una volta sgranate e tolte dal bacello, potete lessarle in acqua bollente per circa 7 minuti. Quindi le scolate e le frullate insieme agli altri ingredienti, aggiungendo l’olio a filo un po’ per volta. Potete usare anche quelle già lessate in barattolo, con l’accortezza di sciacquarle sempre bene per eliminare il sale del liquido di conservazione.

Non finirò mai di ringraziare Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico, per tutti i buoni consigli che mi dà nella preparazione di tante ricette sane per bambini. Se vi piace l’idea del pesto, ecco altre ricette che vi potrebbero tornare utili:

pesto crudo di broccoli
pesto di carote e ceci
pesto di zucchine
pesto di fagioli cannellini

Polpette di quinoa e verdure

Se vi dicessero: oggi vi preparo un bel piatto di quinoa, che espressione fareste? La mia prima reazione tradirebbe sicuramente un certo alone di tristezza. Fino a qualche tempo fa non sapevo neanche dell’esistenza di questo pseudo cereale e le poche volte che mi sono cimentata… ehm ecco, lasciamo stare proprio.

Peri prepara le polpette

Ma poi nella vita si diventa grandi (qualche volta pure genitori) e abbastanza folli da lanciarsi in nuove avventure. Ed eccomi qua. Peri, in missione QUINOA, ovvero come trasformare qualcosa di tristarello e un po’ difficile da proporre ai bambini in un piatto buono e gioioso. La notizia di oggi amici è che si può fareeeee! A giudicare dall’umore e dalla parlantina di Matte quando le ha assaggiate durante le riprese, pare proprio mettano allegria.

Matte

Ho scelto la quinoa per la mia nuova sfida culinaria perché è davvero un alimento sano e ricco dal punto di vista nutrizionale.  Anche se non è un vero cereale, la possiamo usare come valida alternativa senza glutine e in sostituzione alle classiche polpette di carne o altri secondi a base di proteine. Alice alla fine del post vi spiega tutto nel dettaglio, io meglio che non mi addentri che poi mi incarto.

Menta

Per rendere la quinoa invitante ho quindi deciso di mescolarla a gusti e consistenze che creassero un bel mix finale. Nell’impasto quindi trovate verdure saltate che conferiscono dolcezza e morbidezza, una patata lessa che funziona da collante al posto dell’uovo, un po’ di menta per profumare il tutto e della farina di ceci per compattare ulteriormente le polpette e mantenerle gluten free visto che proviene dai legumi.

Una volta lessata la quinoa, cotte e unite le verdure e gli altri ingredienti, si passa all’arte dell’arrotolo.

Preparazione Polpette Quinoa

Qui potete prendere varie strade. O usare un comune pane grattugiato insieme a del parmigiano per aumentare la croccantezza delle polpette una volta al forno, oppure in caso di celiachia, lanciare le palle su una distesa di pane  grattugiato senza glutine o sesamo; o ancora, per i vegani, usare solo l’impanatura eliminando il parmigiano. Insomma, un po’ per tutti i gusti e le esigenze.

Teglia polpette quinoa

A proposito di gusti, dalle nostre parti sono state particolarmente apprezzate nella versione con un po’ di sugo di pomodoro. Comunque, amici, non vi preoccupate, arriverà anche un ricetta per i carnivori, nel frattempo abbiamo pensato di sperimentare le cose più difficili da preparare e far apprezzare ai più piccoli.

 

INGREDIENTI PER 1 TEGLIA:

100 gr di quinoa
2 carote e 2 zucchine
1 patata
qualche foglia di menta
3 cucchiai circa di farina di ceci
parmigiano reggiano e pane grattugiato per l’impanatura (per i celiaci, pane senza glutine o sesamo)
olio extravergine di oliva q.b.


AliceCancellato_foto

ALICE CHE DICE?

Il commento di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, specializzata in alimentazione dell’età pediatrica.

La cosa che mi piace di questa ricetta è che è adatta a tutti:

  • celiaci (con l’accortezza di usare del pane grattugiato senza glutine o del sesamo per l’impanatura delle polpette)
  • allergici a uova e latte (eliminando il parmigiano)
  • vegetariani
  • vegani (sempre eliminando il parmigiano dall’impanatura).

Ecco nel dettaglio le caratteristiche nutritive degli ingredienti utilizzati.

La QUINOA non è un cereale ma uno pseudo cereale, anche se ha le caratteristiche nutritive simili a quelle dei cereali. Contiene infatti carboidrati complessi e una discreta quantità di fibra. E’ più ricca però di proteine (e più complete dal punto di vista nutrizionale), di sali minerali e di vitamine del gruppo B rispetto ai cereali, tanto da poterla utilizzare, insieme alle verdure, come piatto unico.
Inoltre non contiene glutine ed è adatta ai celiaci.

Un’altra peculiarità di queste polpette è che non contengono uova:  per compattarle, la Peri ha utilizzato le PATATE che, oltre all’amido come fonte di carboidrati complessi, sono ricche di vitamine del gruppo B e sali minerali (soprattutto potassio). Vi consiglio di lessarle con la buccia, così mantengono ancora di più i loro sali minerali. 

Le VERDURE inserite nella preparazione contribuiscono ad aumentare il contenuto di fibre, sali minerali e antiossidanti.

Infine la FARINA DI CECI, oltre che ad aiutare a rendere più compatto l’impasto, è senza glutine e permette di aumentare la quota proteica della ricetta, in modo tale da non dover aggiungere altre proteine al pasto.

Burger di ceci e miglio

Ceci e miglio? Are you scherzando? No è che, non so voi, ma a me questi due ingredienti mi han sempre messo una certa tristezza. Cioè non è che leggo ceci e miglio in una ricetta e salto giù dalla sedia per precipitarmi a cucinare – non mi capita neanche quando leggo besciamella e ragù a dire il vero … I ceci ancora ancora, ma il miglio è una di quelle cose super salutari, sì, ma che non ho mai saputo da che parte pigliare per prepararlo in una maniera che non assomigliasse a una pappa per uccellini. E invece, magia. Alice mi ha fatto scoprire una ricetta che davvero mi ha sorpresa. Chi è Alice? A me sembra un po’ una fatina, ma è  la nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano che mi aiuta sempre più spesso a destreggiarmi tra gli ingredienti per non uccidere i vostri bimbi … no dai scherzo, per proporvi cose salutari ma gustose, o gustose ma salutari, fate un po’ voi. Abbiamo sempre collaborato a distanza, ma ormai ci sentiamo a tutte le ore del giorno e abbiamo deciso che era giunto il momento di incontrarci e ta tan: eccovela qui.

Elisa e Alice

Nella ricetta che abbiamo studiato insieme, in effetti, un po’ di magia c’è: i ceci e il miglio, insieme ad altri ingredienti saporiti, si fondono per creare degli squisiti burger che potete cucinare in forno e servire con qualche verduretta. Sono morbidi all’interno e croccanti fuori, dolci e saporiti grazie al concentrato di pomodoro e all’origano, e ovviamente facili da fare, altrimenti non avrebbero superato la soglia “a prova di Peri”.
Io quando penso ai legumi ho sempre un’immagine davanti: ore e ore di ammollo, ore e ore di cottura, ore e ore di sbattimento! E invece la scorciatoia c’è. In questo caso ad esempio, esistono dei buonissimi ceci lessati già pronti che potete usare per la ricetta senza perdere tutte le ore di cui sopra: basta solo sciacquarli bene dalla loro acqua di conservazione perché è molto salata.

Ceci burger

Insomma, non la tiro troppo per le lunghe, provatela perché è davvero un modo buono per mangiare delle cose ottime, ma che non sono sempre facili da proporre, soprattutto ai più piccoli. Per la consistenza dei burger, ricordate che anche se vi sembrano mollicci, poi ci pensa il forno a seccarli un po’. Per non sbagliare, potete aggiungere del pane grattugiato.

Ingredienti:

300 gr di ceci lessati
100 gr di miglio
40 gr di mandorle
2 cucchiai circa di concentrato di pomodoro
origano
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
sale q.b.
pane grattugiato integrale per l’impanatura

 

Continue reading