Torta salata con pasta matta: una ricetta per bambini e famiglie

Sì sì avete letto bene, si chiama proprio pasta matta e un po’ matta mi ha fatto diventare in effetti 🙂 Online si trovano tante versioni che differiscono un po’ su proporzioni e qualche ingrediente… ne ho provate diverse prima di trovare la quadra, ma missione compiuta. Se seguirete questa ricetta, avrete una pasta matta coi fiocchi.
Vi spiego meglio di cosa si tratta.

torta salata di pasta matta

Che cos’è la pasta matta

La pasta matta altro non è che un impasto fatto in casa che può sostituire la pasta sfoglia, molto più complessa da fare. L’impasto si prepara in pochi minuti con farina, acqua, olio e un pizzico di sale ed è molto più genuino della pasta sfoglia industriale che si acquista già pronta, spesso ricca di conservanti, grassi di scarsa qualità, zuccheri, ecc. Potete usare la pasta matta per preparazioni dolci e salate. Rispetto ad altre tipologie di pasta, come ad esempio la pasta brisé,  è più leggera e digeribile perché non contiene uova, né burro né lievito.

pasta matta impasto

In questa ricetta ho sfruttato la pasta matta per creare una torta salata a forma di sole, ricavando due dischi sovrapposti dallo stesso panetto e farcendola con un bis di ripieni: uno alla pizzaiola e uno a base di zucchine.

pasta matta dettaglio

Ingredienti per la pasta matta:

  • 250 gr di farina di farro
  • 2,5 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 125 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di sale

Potete fare la stessa ricetta con la pasta sfoglia già pronta, comprandone due fogli. In questo caso, però, vi consiglio di leggere bene l’etichetta e di acquistare un prodotto di qualità.

pasta matta ingredienti ripieno

Ingredienti per i ripieni della torta salata:

  • 100 gr di salsa di pomodoro non troppo acquosa
  • 80 gr di mozzarella a cubetti sgocciolata
  • origano q.b.
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • 2 zucchine grandi
  • 1 cipollotto
  • pan grattato q.b.
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 tuorlo d’uovo e 2 cucchiai di latte per spennellare

Continue reading

Grissini di pane

Bocconcini e grissini di pane con farina tipo 1 e di farro

Grissini di pane, bocconcini, panetti, segnaposto … questa ricetta va bene per tutte queste cose. E’ facile e vi riempirà la casa di quel profumo del pane al forno che è davvero irrestistibile.

Per questa ricetta devo ringraziare la mia carissima zia Dina, esperta di cucina sicuramente più di me che prepara spesso un ottimo pane fatto in casa; mi è venuta in aiuto quando le ho chiesto una dritta per un preparato facile da fare anche per chi non è pratico di impasti … come me! Eccolo qui:

Segnaposto natalizi

Ingredienti:

  • 250 gr di farina tipo 1
  • 50 gr di farina di farro
  • 150 gr di acqua
  • 1 punta di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio e mezzo di olio extra vergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di sale

Come preparare l’impasto

L’ideale è preparare l’impasto la sera prima o la mattina per la sera, ma è talmente veloce da fare che ci impiegherete davvero pochi minuti.

  • Amalgamante tra loro gli ingredienti in una ciotola, iniziando dalle farine, aggiungendo poi l’acqua, il lievito sbriciolato con le mani, l’olio e il sale.
  • Lavorate l’impasto fino a ottenere un panetto liscio, tipo quello della pizza.
  • Copritelo con un panno e lasciatelo riposare in un luogo caldo della casa tutta la notte o il giorno (ad esempio vicino al termosifone e all’interno del forno dopo averlo appena riscaldato e spento).
Impasto grissini di pane
  • Dopo il riposo, il volume raddoppierà. Prendete delle porzioni di impasto, aggiungete se necessario dell’altra farina per lavorarlo meglio e create dei salsicciotti da cui ricavare la forma a manico di ombrello o dei semplici panini. L’impasto è un po’ elastico e tende a ritrarsi, pertanto è normale che le forme siano tondeggianti e non affusolate, più simili al pane.
Grissini segnaposto
  • Disponeteli su una leccarda ricoperta da carta da forno, distanziandoli un po’ tra di loro. Cucinate il primo minuto a 200° e poi proseguite per circa 15 minuti a 170°.
Segnaposto di pane

Nutrizionista

LO SAPEVI CHE?

Informazioni nutrizionali a cura di Chiara Saccomani, biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano

Possiamo scegliere di fare diverse versioni aggiungendo ulteriori ingredienti in base ai nostri gusti: olive, pomodori secchi, noci, semi di sesamo o di papavero.
Abbiamo utilizzato due tipologie di farine, ricche di sostanze nutritive (vitamine, sali minerali, fibre, acidibgrassi) contenuti nella crusca e nel germe del grano, la parte del chicco che darà origine alla nuova pianta.
L’olio extravergine d’oliva è il condimento prìncipe della dieta Mediterranea: aggiunge proprietà antinfiammatorie al nostro impasto. Ricordate di utilizzare sale iodato, meglio se marino integrale (non
raffinato) che contiene naturalmente Iodio, un micronutriente essenziale per il corretto funzionamento della tiroide, ghiandola coinvolta in numerosi processi metabolici.