Menu Settimanale Bambini Estate

Menù settimanale estivo

Cercate un po’ di idee per creare pranzi e cene estive per tutta la settimana? Siete nel posto giusto. Ma con il caldino di questa estate chi ha voglia di cucinare? Ecco perchè è ancora più importante sapere come bilanciare gli ingredienti tra i vari pasti da lunedì a domenica, per evitare di essere ripetitivi o di saltare qualche alimento importante per la dieta nostra e dei nostri bambini.

Che caratteristiche deve avere il menù settimanale?

In questo nuovo menù, io e Alice Cancellato, biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, abbiamo cercato di proporre piatti facili da realizzare e ispirati agli ingredienti dell’estate: alcuni li conoscete già, altri sono delle piccole novità. L’obiettivo di questo lavoro a 4 mani è sempre quello di fornire l’apporto bilanciato di tutti i nutrienti, alternare correttamente le proteine, favorendo la preparazione di piatti unici, più veloci da realizzare e più facili da far apprezzare ai bambini.

Ricetta fresca menu settimanale

Controlla la mail o iscriviti per scaricare il PDF del menù

Di seguito trovate il dettaglio delle combinazioni di pranzi e cene e delle ricette. Se siete già iscritti alla newsletter, controllate la posta e troverete la mail con il pdf  del menù da appendere in cucina 😉

Se invece non siete ancora iscritti e volete scaricarlo gratuitamente, iscrivetevi ora, compilando i campi qui sotto. Riceverete subito la mail con le indicazioni per accedere al file. I dati raccolti saranno utilizzati solo per inviarvi una volta al mese menù settimanali e ricette utili.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori


Insalata di orzo

Menù settimanale estivo: ricette per pranzi e cene

LUN
pranzo: Farfalle con melone, mozzarella, pinoli tostati e basilico.
Tagliate a pezzettini piccoli il melone e conditelo con sale, olio evo e un pizzico di pepe. Aggiungete anche gli altri ingredienti e condite la pasta fredda.
cena: Ditalini al farro con ceci, pomodorini e basilico.
Condite i pomodori a pezzettini e i ceci (van benissimo anche quelli già pronti in vaso di vetro, sciacquati bene dal loro liquido di conservazione) con olio evo, sale e origano. Utilizzate quindi gli ingredienti per condire la pasta, scolata e raffreddata.

MAR
pranzo: Cous Cous di orzo tiepido con avocado, pomodorini, melanzane perline e foglie di menta. Straccetti di manzo.
Acquistate del cous cous di orzo e cucinatelo seguendo le indicazioni riportate nella confezione. Preparate una base con avocado e pomodorini a pezzetti conditi con olio evo e sale. A parte, cucinate le melanzane perline tagliate a rondelle su una padella antiaderente con un po’ d’olio evo (a piacere anche un po’ di scalogno o cippollotto) e qualche foglia di menta verso fine cottura. Usate tutti gli ingredienti per condire il cous cous.
cena: Risotto al melone e frittatina semplice.

MER
pranzo: Pasta fresca con pesche, primo sale e basilico.
Tagliate una buona nocepesca a pezzettini piccoli e conditela con olio evo e sale. Aggiungete dei dadini di formaggio primo sale (per gli adulti potete usare la feta). Completate con foglie di basilico e (a piacere) un po’ di pepe. Scolate la pasta, passatela sotto l’acqua fredda e condite.
cena: Riso tiepido con piselli. Fettina di melone e cetrioli a bastoncini.
Cucinate i piselli (van bene anche quelli surgelati) in una casseruola con una base di olio evo e cipollotto. Preparate del riso da insalata di riso e, una volta pronto, conditelo con i piselli.

GIO
pranzo: Riso venere con gamberetti e zucchine.
Cucinate i gamberi in acqua bollente non salata per circa 10 minuti. Nel frattempo, tagliate le zucchine a rondelle con una lama taglia-verdure e saltatele in una padella antiaderente con olio evo. Quando i gamberi sono pronti, sgusciateli e aggiungeteli alla base delle zucchine. Potete arricchire il condimento con menta o curry a piacere.
cena: Crepes agli spinaci farcite a piacere. Bruschetta con avocado e pomodorini, insalata tiepida di patate.
Per fare questa bruschetta, l’ideale è usare dell’avocado maturo: schiacciate la polpa con la forchetta e spalmatela sul pane tostato (tipo grano duro). Condite quindi i pomodorini a pezzetti con olio evo, sale e origano e disponeteli sulle fette di pane.

VEN
pranzo: Pasta al pesto di zucchine. Polpettine di sgombro.
cena: Insalata di farro con pesto, fagiolini e pomodorini.
Mentre lessate il farro, cucinate i fagiolini come vi è più comodo (anche in microonde con la cottura a vapore). Una volta tiepidi, uniteli ai pomodori tagliati a pezzettini e a un po’ di pesto alla genovese. Usate quindi gli ingredienti per condire il farro.

SAB
pranzo: Riso con bocconcini di pollo e verdure di stagione saltate.
Lavate e tagliate a striscioline un po’ di verdure a piacere e cucinatele in padella con un filo d’olio evo e acqua q.b., con l’aggiunta di qualche aroma. Dopo i primi 5 minuti, aggiungete anche il pollo a dadini. Una volta che la carne e le verdure sono pronte, condite il riso lessato.
cena: Piada pizza

DOM
pranzo: Quinoa con pomodorini e zucchine. Sogliola.
Tagliate le zucchine sottili a rondelle con una lama per affettare le verdure. Saltatele in pentola con un filo d’olio evo e qualche erba aromatica a piacere. Unitele poi ai pomodorini a pezzetti conditi in una terrina con un po’ d’olio evo e sale e versate la quinoa, cotta per assorbimento.
cena: Gnocchetti vegani di piselli.

Ti interessano altri menù?

Questo menù è pensato per bambini già svezzati, ma è disponibile anche un menù settimanale dedicato allo svezzamento, dove potete trovare alcuni consigli utili per questa fascia di età. Se invece vi interessano altre ricette estive, sia fredde che calde, potete dare un occhio alle 40 ricette di piatti unici e primi piatti adatti a questa stagione.

Per qualsiasi dubbio, potete sempre scrivermi dove vi è più comodo: qui sotto tra i commenti, sulla mia pagina facebook o mandandomi una mail a info@periandthekitchen.com

Alimentazione bambini estate

L’alimentazione in estate: i consigli della nutrizionista per i nostri bambini

Anche se a tratti quest’anno l’estate assomiglia di più all’autunno, certo non mancano le giornate calde, i tuffi in mare (noi ne abbiamo fatti fino a farci venire l’otite), le grandi sudate, soprattutto da parte dei nostri bambini. Ho chiesto ad Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, qualche consiglio su comportamenti da adottare a tavola e in viaggio, cose da evitare e false credenze da sfatare in tema di alimentazione dei bambini durante i periodi più caldi della stagione.
Estate Bambini

1. Quali sono gli alimenti da preferire nelle giornate calde?

Sicuramente non deve mancare la frutta fresca, ricca di  vitamine e sali minerali, da consumare sia a colazione che durante gli spuntini.
A pranzo e a cena sono da preferire primi piatti conditi con verdura fresca e olio extravergine d’oliva a crudo. Da aggiungere al condimento o come secondo piatto, una porzione proteica fresca: carne, pesce, uova o legumi. E’ la stagione dei piselli, delle fave e dei fagioli: approfittiamone. Per avere qualche idea, potete dare un’occhiata alle nostre 40 ricette di primi piatti e piatti unici estiviLimitiamo invece i prodotti conservati (tonno in scatola, affettati, formaggi stagionati, condiriso sotto’olio) perchè molti di questi contengono molto sale e grassi di scarso valore nutrizionale, inoltre sono molto più difficili da digerire.
Alimentazione bambini estate

2. Quali sono le cose da evitare e perchè?

Oltre ai prodotti conservati sotto sale (vedi sopra), vanno evitate le bevande troppo fredde perchè possono bloccare il processo digestivo. Bisognerebbe ridurre anche il consumo di ghiaccioli e gelati confezionati perchè ricchi in zucchero, conservanti, coloranti e grassi di scarso valore nutrizionale (spesso anche grassi trans).

Continue reading

Primi Piatti Estivi

40 Piatti unici estivi e primi piatti per bambini

Sì avete letto bene: sono proprio 40 ricette! Perché d’estate, mica abbiamo voglia di passare la vita ai fornelli, poi col caldo anche la fantasia si addormenta un po’. E allora non c’è niente di meglio che appendersi in cucina una bella lista di piatti unici e primi piatti a cui attingere per portare in tavola, senza troppa fatica, qualcosa di fresco, al massimo tiepido, con i sapori dell’estate.

Il piatto unico, in special modo, è davvero comodissimo quando si hanno dei bambini per casa perché con una sola ricetta abbiamo un pasto completo e non li costringiamo a trattenersi a tavola troppo a lungo. D’estate poi è ancora più pratico. Perché sia completa, la ricetta deve essere composta dal fantastico trio di carboidrati, proteine e verdure. Io e Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, ci siamo letteralmente spremute le meningi per tirare fuori dal cilindro così tante ricette che speriamo accontentino un po’ tutti i gusti della famiglia.

Se siete già iscritti alla newsletter, controllate la posta e troverete la mail con il pdf che contiene la lista delle ricette.

Se invece non siete ancora iscritti e volete scaricarlo gratuitamente, iscrivetevi ora, compilando i campi qui sotto. Riceverete subito la mail con le indicazioni per scaricare il file. I dati raccolti saranno utilizzati solo per inviarvi una volta al mese menù settimanali e ricette utili.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori


Piatti unici estivi suddivisi per ingredienti

Ho suddiviso i piatti unici estivi in base alla proteina principale impiegata. Dove non specificato, si intende che gli ingredienti vanno inseriti, una volta cotto il cereale, da crudi a pezzettini e conditi a piacere con olio extra vergine d’oliva. Per le ricette dei piatti con ingredienti cotti, trovate i link alle preparazioni in fondo alla pagina o ad altri post sul blog che le descrivono.

PIATTI UNICI A BASE DI CARNE/PESCE E VERDURE

Piatto unico branzino

Continue reading

Anguria Pizza: merenda sana per bambini

Anguria pizza: la merenda per l’estate

E’ tempo di anguria, ma soprattutto di anguria pizza! L’avete mai assaggiata? E’ una merenda per bambini fresca, genuina e allo stesso tempo golosa per l’estate, velocissima da fare.

Potete preparare l’anguria pizza come uno spuntino di metà mattina, per una merenda sana, o anche come un fresco dessert tra amici. E’ un modo alternativo per proporre l’anguria a grandi e piccini, invitando i vostri bimbi a decorare le fette di anguria come fosse una vera e propria pizza.

Ingredienti per la merenda a base di anguria:

  • 1 anguria
  • frutta fresca di stagione (es: pesche, albicocche, ciliegie, fragole, kiwi, mirtilli)
  • yogurt bianco intero q.b.
  • scaglie di cioccolato fondente al 70%
  • qualche foglia di menta
  • cocco disidratato

Come si prepara l’anguria pizza?

Basta tagliare un’anguria di dimensioni normali, o una di quelle baby, a sezioni circolari, dello spessore di circa 1.5 cm

Anguria pizza merenda sana

Poi potete sfoderare la vostra fantasia per la decorazione. Usate lo yogurt bianco per simulare la mozzarella e tagliate la frutta a fettine per deocorare la vostra anguria pizza con gli ingredienti che più vi piacciono.

Preparazione merenda anguria

On top, non dimenticate di aggiungere una spolverata di cocco o cioccolato fondente a scaglie e qualche fogliolina di menta per dare un tocco di sapore in più e completare la decorazione.

Merenda per bambini

Potete quindi tagliarla a fette come fosse una vera pizza e offrirla ai vostri bimbi, parenti, amici o … mangiarvela tuttaaaaa.

Se invece di pizzaioli, avete bimbi aspiranti pasticceri, potrete optare per la torta anguri: stessi ingredienti, disposti semplicemente in maniera più geometrica e circolare.

Merenda per bambini

Io ho avuto il piacere di provarla con molti bambini e non ho mai visto mangiare così volentieri tanta frutta. Proposta in forma diversa e creativa, la frutta è ancora più invitante. Con l’aggiunta di un po’ di yogurt diventa davvero una merenda completa, sana e adatta all’estate.

Per preparara l'anguria pizza

Se vi piace l’anguria, vi potrebbero interessare anche altre ricette a base di anguria e melone, dolci e salate.
Se invece volete qualche altro spunto per le colazioni e o gli spuntini pomeridiani, date un occhio a queste proposte di colazioni e merende.

Menu settimanale con ricette bambini 1 anno

Menù settimanale di primavera con ricette per bambini svezzati

Eccomi con un nuovo schema di ricette per bambini da 1 anno in su, adatte a tutta la famiglia, che vi aiuterà a decidere cosa mettere nella lista della spesa e cosa preparare ai vostri bimbi a pranzo e cena. Le ricette della settimana sono ispirate agli ingredienti e ai sapori della primavera e sono studiate per bambini già svezzati.

Ricette Menu settimanale

Potete scaricare gratuitamente il nuovo menu settimanale in pdf  inserendo il vostro nome e mail qui sotto. In questo modo, confermerete anche la vostra iscrizione alla newsletter mensile che utilizzerò per mandarvi i prossimi menù. Se siete già iscritti , controllate la vostra mail 😉

Please wait...
Loader

Continue reading

Ricetta scarti estrattore

Scarti dell’estrattore: come utilizzarli per preparare una torta senza glutine

Dove vanno a finire gli scarti prodotti dall’estrattore? In un’ottima torta, ad esempio.

Quando ho cominciato ad usare l’estrattore, in più persone mi hanno chiesto che fine facessi fare agli scarti. Se ne producono un po’, certo, non potrebbe essere diversamente, ma possiamo riutilizzarli in modo creativo per preparare qualche buona ricetta (torte, biscotti, muffin, plumcake) e ridurre al massimo lo spreco.

Ricetta torta con scarti estrattore

Nel pensare a qualcosa di interessante in questo senso, ho puntato alle carote e alle mele, perché sono tra gli ingredienti usati più frequentemente quando si prepara un estratto, specie per i bambini. Con questi scarti ho ideato insieme ad Alice Cancellato, nutrizionista dl Policentro Pediatrico di Milano, una torta davvero speciale: è a base di farina di riso, senza glutine e senza latticini (adatta quindi un po’ a tutti), fatta con gli scarti di carote, mele e aggiunta di nocciole. Provatela: viene alta, morbida e riempirete la casa di un profumino che non vi dico.

Ma procediamo con ordine.
Immaginiamo di fare un estratto – io ormai, quando non me lo sequestra il regista, utilizzo sempre l’estrattore di succo professionale Philips  – con 1 carota, 2 mele e con l’aggiunta di un po’ di limone (inserendolo alla fine direttamente nel succo). Per altro, provatelo perché nella sua semplicità è buonissimo.

Succo carota e mela

Prevedendo già di sfruttarla per preparare una torta, dobbiamo assicurarci che la buccia non sia trattata; se non siamo sicuri della provenienza, meglio per questo utilizzo pelare frutta e verdura prima di fare l’estratto. Vi accorgerete che gli scarti che si ottengono dal Micro Juicer risultano molto sminuzzati e privi di pezzi, quindi sono facili da utilizzare per diversi tipi di ricette, non solo per torte, ma anche per altri tipi di dolci da forno (muffin, biscotti, chi più ne ha più ne metta).

ricetta scarti estrattore

Ingredienti da aggiungere agli scarti dell’estrattore

  • 3 uova
  • 140 gr di zucchero
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • gli scarti senza buccia di una carota e 2 mele, circa 100 gr (se biologiche, è possibile mantenere anche la buccia)
  • qualche goccia di limone
  • 180 gr di farina di riso
  • 70 gr di fecola di patate
  • 50 gr di nocciole tostate polverizzate
  • 1 bustina di lievito per dolci

Come preparare la torta con gli scarti di carota e mela

– Una volta fatto l’estratto, mettete da parte gli scarti e bagnateli con qualche goccia di limone in modo che non si ossidino.
– In una terrina, sbattete bene le uova insieme allo zucchero con l’aiuto delle fruste elettriche.
– Aggiungete l’olio e gli scarti, mescolando bene per amalgamare.
– Unite in un piatto la farina, la fecola e il lievito e incorporateli un po’ alla volta all’impasto.
– Completate con le nocciole tostate dopo averle frullate con un robot fino a polverizzarle (potete sostituirle con farina di nocciole).

Impasto ricetta scarti estrattore

– Versate l’impasto su una tortiera oleata e infarinata e cucinate in forno per 40 minuti a 175°.
– Decorate infine con un po’ di zucchero a velo.

Cottura torta con scarti estrattore

Ottima per colazione insieme al latte o per una merenda sana e gustosa, questa torta dolce e profumata è davvero andata a ruba tra grandi e piccoli assaggiatori.

Assaggio ricetta scarti estrattore

Nello sfruttare gli scarti dell’estrattore per preparare qualche ricetta, prestate attenzione alle quantità, specie se cucinate torte o biscotti per i bambini. Come mi insegna Alice, “gli scarti sono ricchi di fibre insolubili, il cui consumo eccessivo potrebbe irritare l’intestino dei bambini, ancora immaturo rispetto a quello degli adulti e abituato a soglie diverse. Per questo meglio utilizzare al massimo 1 carota e 2 mele, il cui quantitativo di fibre insolubili non è troppo elevato.”

Se invece siete amanti degli estratti verdi a base di verdure, potete sfruttare parte degli scarti per una ricetta salata. Prendete ad esempio un estratto composto da finocchio, carote e broccoli. Lo scarto di questo succo può diventare una farcitura per una frittata, sempre con un po’ di attenzione alle quantità.

Vi ho fatto venire voglia di estratti? Se volete sbirciare qualche ricetta per farvi un’idea, trovate alcune proposte nel post dedicato alla preparazione dei succhi con l’estrattore. Con l’arrivo della bella stagione c’è davvero da sbizzarrirsi in quanto a ingredienti, non vedo l’ora di provare con le pesche!
Se volete saperne di più di quello che sto usando io per queste ricette, potete dare un occhio alla scheda del Micro Juicer di Philips su Amazon dove trovate tutte le info e il prezzo.

E ricordatevi, il bello è che “nonsibuttavianiente”! Fatemi sapere se vi cimenterete anche voi in questa ricettina con gli scarti … ovviamente se avete altre idee, raccontatemele: sono tutta orecchie.

Post in collaborazione con Philips

Pasta per bambini

Crema di peperoni e robiola: una pasta per bambini facile e gustosa

E’ da un sacco di tempo che ho in mente di raccontarvi questa ricetta e direi che siamo proprio nella stagione giusta.

Questa pasta per bambini a base di peperoni e robiola è dolce, cremosa e delicata. Facile da fare e una bella variante ai classici sughetti di pomodoro. Che io parlo di bambini, ma mi sono appena mangiata tutta la scodella della foto … e mi son pure leccata le dita.

Peri & the kitchen

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 peperoni rossi grandi
  • 80 gr di robiola (circa 1 cucchiaino a porzione)
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • 80 gr circa di pasta corta a pz

Ingredienti pasta per bambini

Come preparare la pasta con crema di peperoni e robiola

– Pulite e private i peperoni dei loro semi e delle parti bianche.
– Tagliateli a listarelle e saltateli in una padella antiaderente con un po’ di olio extravergine d’oliva e 1 spicchio d’aglio a fuoco vivace per i primi 5 minuti.

Pasta per bambini

– Aggiungete una spolverata di pane grattugiato e cucinate per altri 20 minuti con il coperchio, così da velocizzare i tempi di cottura.
– Se necessario, aggiungete 2 cucchiai di acqua in modo che i peperoni non si attacchino.
– Una volta cotti, spelateli e frullateli con un piccolo robot/mixer insieme alla robiola per creare la crema con cui condire la pasta.

Crema di peperoni per pasta per bambini

Per velocizzare, potete anche utilizzare i peperoni già grigliati che trovate al banco della gatronomia al supermercato o quelli surgelati ai ferri.

Se volete dare un occhio ad altre idee di sughi con cui condire la pasta per bambini, provate le penne al ragù di pesce persico, la pasta al pesto di fave o al pesto di zucchine, oppure la ricetta del ragù di lenticchie.

Far mangiare frutta e verdura ai bambini

Far mangiare frutta e verdura ai bambini: mai provato con i succhi?

In questi ultimi 3 anni ho avuto l’occasione di parlare davvero con tante, tante mamme e qualche papà. Il consiglio che in assoluto mi viene chiesto di più è sempre lui, l’evergreen: come far mangiare frutta e verdura ai bambini.

Ahimè, non c’è una sola risposta che valga per tutti. Ogni bambina/o ha i suoi gusti in termini di sapore e le sue preferenze anche dal punto di vista della consistenza delle sostanze. C’è chi ama le cose morbide, chi proprio non le può vedere, chi preferisce la croccantezza e chi guai se trova dei pezzetti. Una delle strade per aggirare l’ostacolo può essere proprio combinarle insieme – frutta e verdura – unendole in una bevanda colorata e accattivante anche per la vista, che allo stesso tempo ci permetta di non svelare troppo di quello che c’è all’interno. L’estrattore in questa sorta di magia pare se la cavi proprio bene.

Far mangiare frutta e verdura

Anch’io ovviamente mi sono scontrata spesso con lo stesso problema: mi è stato quindi utilissimo cimentarmi con l’estrattore di succo a freddo Philips per provare delle ricette di estratti per bambini che potessero aiutarli ad apprezzare più facilmente succhi a base di frutta e verdura, proprio a partire da quello che si aggira quatto quatto nella mia cucina: il Matte.

Estrattore succo bambini

Le ricette che ho studiato, anche con l’aiuto di Alice Cancellato biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, hanno diversi vantaggi:

  • contengono sia frutta che verdura la cui compresenza riduce la quantità complessiva di zucchero della bevanda;
  • sono ottenute ovviamente con un’estrazione a crudo e mantengono tutte le proprietà nutrizionali degli alimenti che vengono parzialmente perse quando le verdure vengono cotte;
  • sono prive di fibre insolubili, cosa molto importante nell’alimentazione dei bambini più piccoli;
  • last but not the least, sono colorate e buone, ma questo me lo direte soprattutto voi, anzi lo chiederemo ai vostri bambini.

estratti di frutta e verdura

Alcune ricette di estratti per bambini

Qui trovate 3 proposte diverse: ognuna prevede sia la frutta che la verdura e si contraddistingue per un colore predominante da cui mi sono lasciata ispirare per la scelta del nome. Per preparare questi estratti, basta lavare bene gli ingredienti (potete mantenere la buccia di frutta e verdura quando sono tenere, eliminando solo quelle più spesse, ad esempio quella delle arance o dei kiwi se li usate). Tagliate poi i vostri ingredienti in pezzetti e inseriteli un po’ alla volta nel tubo. Quindi azionate l’estrattore con un semplice tasto.

stratti di succo per bambini

Continue reading

Peri con estrattore di succo

Una bella scoperta: l’estrattore di succo!

Quando ho detto a Matte che era arrivato un estrattore tutto per noi per preparare dei succhi fatti in casa è impazzito di gioia. Ha cominciato a immaginarsi succhi di frutta a base di lego, sassi, carta … qualsiasi cosa.

Estrattore Succo

Non ha saputo aspettare e si è subito precipitato ad aprire il pacco che Philips ci ha inviato.

Beh ormai l’avrete capito: io non sono abituata ad avere elettrodomestici in cucina, ne faccio pochissimo uso. Prediligo gli strumenti semplici e sono anche piuttosto imbranata nel maneggiarli. Ma quando ho ricevuto questo estrattore di frutta e verdura ho pensato: eccomi, ti stavo aspettando caro slow juicer. Mi è sembrata subito una meraviglia poter fare finalmente a meno dei succhi confezionati che solitamente sono molto zuccherati e con qualche conservante. La freschezza e genuinità del “fatto in casa” e la possibilità di scegliere ingredienti freschi è tutta un’altra storia.

Emissione Succo estrattore

Poi io sono notoriamente pigra e questo estrattore orizzontale è davvero praticissimo e per niente rumoroso. Occupa poco spazio, si monta a prova delle più impedite tipo me e si lava in poco più di un minuto.

Lavaggio Estrattore Philips

Ma qual è il vero vantaggio nel mangiare frutta e verdura crude di stagione? A livello intuitivo lo sappiamo tutti, ma ho voluto chiedere ad Alice Cancellato, la mia fidata nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, dove sta la differenza: “la frutta di stagione contiene più composti protettivi (vitamine e antiossidanti) rispetto a quella fuori stagione, coltivata in serra e/o con l’aggiunta di pesticidi. Le molecole che ci proteggono sono proprio quelle che la pianta produce in condizioni naturali per proteggere se stessa dall’ambiente esterno, come il clima avverso.”

Era nella mia wishlist, e in quella del regista, da un pezzo. Adesso vi spiego per filo e per segno come ho fatto a testarlo e perché desidero condividere le mie opinioni su questo estrattore di succo. E’ molto semplice: perché provandolo ho scoperto che è un prodotto di qualità.

Emissione succo estrattore

Vi presento il Micro Juicer: caratteristiche e funzionamento

Matte mi ha aiutato a capirne il montaggio. Ovviamente la prima volta ho fatto una delle mie che non si può dire … della serie, Peri, magari se guardi le istruzioni eviti di fare danni. E infatti, poi è andato tutto liscio, anzi liscissimo. Il succo che viene estratto dalla frutta e dalla verdura è senza residui che sono proprio la cosa che spesso allontana i bambini dalle bevande fatte in casa.

Il filtro è a maglia fitta quindi trattiene le parti più dense e dà come risultato un estratto che va giù che è un piacere. Non l’avrei detto prima, ma adesso che ho iniziato a usarlo ne sono diventata un po’ dipendente. Non è solo una questione di assumere qualcosa di sano, qui non ci piove altrimenti la Peri che c’azzecca! Il punto è – anche – un altro: quello che si ottiene è buono. Anzi buonissimo, per grandi e piccini.

Prima di inserire la frutta nel tubo occorre tagliarla a pezzetti: il vantaggio è che il meccanismo della vite è studiato apposta per aprire le cellule e estrarre fino al 90% del succo degli alimenti inseriti. La tecnologia della micro spremitura a pochi giri consente proprio di estrarre tutte le sostanze nutritive racchiuse negli alimenti. Poi c’è un’altra bella dritta: la possibilità di far ruotare l’unità centrifuga anche in senso antiorario per eliminare residui, facilitare la pulizia e non perdersi neanche l’ultima goccia di succo. Grazie al tappo anti goccia, tra l’altro, non si sporca nulla una volta finito di utilizzare.

Non solo frutta fresca con il Micro Juicer di Philips

Che poi, ci si può sbizzarrire anche con verdure a foglia come gli spinaci o alimenti come i broccoli … i famosi broccoli che ormai sono il mio secondo nome. Ma si può utilizzare anche la frutta secca, consiglierei soprattutto mandorle o anacardi, e creare abbinamenti tra frutta e verdura che diversamente sarebbero un po’ difficili da proporre. Perfino mango e banana, da cui di solito è difficile ricavare il succo.

Estrattore verdure

Quindi adesso che abbiamo fatto amicizia, mi metto al lavoro per tornare da voi con qualche ricettina interessante e utile. Vediamo se sono all’altezza di quelle proposte nel ricettario ufficiale che ho ricevuto insieme all’estrattore 🙂

Se volete farvi un bel regalo, provate a leggere qualche altra recensione che vi aiuti a decidere. Il Micro Juicer di Philips è acquistabile anche su Amazon: sulla scheda prodotto potete dare un occhio anche ai prezzi. Intanto spero che questi miei primi consigli vi siano tornati utili.

Post in collaborazione con Philips.

Frolla classica e frolla senza burro

Mi sono accorta che dopo circa 2 anni e mezzo dall’apertura del blog, ancora non vi avevo raccontato come faccio i biscotti in casa: potete scegliere tra la ricetta classica in cui viene utilizzato un po’ di burro o la frolla senza burro, all’olio extra vergine d’oliva.

In entrambi i casi, ho imparato a utilizzare farine di qualità poco raffinate: quella tipo 1 e la farina di farro.

E’ sempre un buon momento per infornare qualche biscotto, ma l’occasione questa volta me l’ha data la festa del papà, per cui mi sono adoperata con tanto di stampini. Non avendo ovviamente quelli professional, ho scaricato da internet delle sagome, le ho ritagliate e adoperate per creare baffi, fifì, pipe e qualche cravatta. A dirla tutta, la cravatta l’ho propria disegnata io, robe da pazzi 🙂

Frolla senza burro

Veniamo alla pasta frolla: il trucco, che utilizziate un robot o facciate l’impasto a mano, è non surriscaldare troppo l’impasto e infornarlo quando è bello fresco.

Continue reading