Menu settimanale equilibrato per famiglia

Menu settimanale equilibrato per tutta la famiglia – primavera

Ecco il nuovo menu settimanale per tutta la famiglia con gli ingredienti della primavera. In che senso è equilibrato? Perché  le ricette inserite nei vari pranzi e cene sono state studiate per garantire la giusta ricorrenza di tutti i nutrienti necessari nell’arco della settimana, con una corretta alternanza delle diverse fonti proteiche (carne, pesce, legumi, uova, formaggi). Il menu è adatto a bambini già svezzati e ad adulti e come sempre potete fidarvi: è stato supervisionato e approvato da Alice Cancellato, biologa nutrizionista esperta di alimentazione dell’età pediatrica.

Controlla la posta o iscriviti alla newsletter per scaricare il pdf del menu

Se siete iscritti alla newsletter, troverete i pdf da stampare – quello del menu e quello con la lista della spesa come in foto – direttamente nella vostra posta con la newsletter del mese. Se invece non siete iscritti, inserite il vostro nome e mail nei campi qui sotto e riceverete subito le indicazioni per scaricarlo. I vostri dati saranno utilizzati solo per l’invio della newsletter mensile con i prossimi menu settimanali e le nuove ricette.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori


Menu settimanale equilibrato: pranzi, cene e ricette

Ecco nel dettaglio tutte le ricette proposte nel menu settimanale. Lo schema vuole essere uno spunto per capire come creare dei pasti bilanciati e alternare soprattutto le proteine. Anche se non lo seguite alla lettera, lo potete sfruttare come una base a cui ispirarvi e da adattare ai gusti della vostra famiglia.

LUNEDI’
pranzo: Risotto agli agretti e uova sode ripiene.
Togliete la radice e pulite bene gli agretti. Tagliateli quindi a pezzi così faranno prima a cuocere. Procedete come per un classico risotto: preparate un trito a base di scalogno o cipolla, fate tostare il riso e proseguite aggiungendo un po’ alla volta il brodo vegetale e gli agretti.
cena: Penne con zucchine, gamberi e curcuma.
Tagliate a pezzettini le zucchine e cucinatele in padella con un po’ d’olio extravergine d’oliva. A metà cottura, aggiungete una spolverata di pan grattato per renderle più gustose. Lavate e sgusciate i gamberi e saltateli qualche minuto direttamente in padella insieme alle zucchine pronte e alla pasta, aggiungendo anche un po’ di curcuma.

MARTEDI’
pranzo: Conchiglie con ragù di carne
cena: Riso thai/basmati condito con piselli e frittata. Insalata di finocchi.
Cucinate i piselli in una casseruola o in padella con una base di olio extra vergine d’oliva e un po’ di scalogno. Preparate una frittata sottile da tagliare a piccoli pezzi e usatela insieme ai piselli per condire il riso.

menu di primavera uova sode ripiene

MERCOLEDI’
pranzo: Cannelloni ricotta e spinaci. Carotine condite.
Per fare i cannelloni, io di solito uso le sfoglie di pasta fresca all’uovo già pronte. Cucinate gli spinaci freschi o surgelati, scolateli bene e tritateli/frullateli un po’. Amalgamateli con la ricotta e un po’ di parmigiano e usate questo impasto per riempire i cannelloni. Per la besciamella, potete seguire i passaggi della ricetta delle lasagne di carasau. Disponete i cannelloni su una pirofila, ricoperti da una strato di besciamella sopra e sotto. Cucinate in forno a 200° per circa 20 minuti.
cena: Seppioline in umido con polenta e taccole al vapore.
Pulite e lavate le seppie e tagliatele a striscioline per formare i classici anelli. Cucinate quindi il pesce su una base con olio extra vergine d’oliva, carotine, sedano e un po’ di scalogno. A piacere, potete anche sfumare con un po’ di vino bianco. Aggiungete quindi la passata di pomodoro e proseguite la cottura per circa mezz’ora.

GIOVEDI’
pranzo: Spaghetti al pesto di fave.
cena: Coscette di pollo con sughetto di pomodoro, cipolla e carotine con riso basmati. 
Fate rosolare cosce e sovra-cosce (senza pelle) un paio di minuti in padella, senza olio. Levatele dalla pentola e preparate un trito di carote, sedano e cipolla da rosolare con un po’ d’olio evo e 2 cucchiai di acqua. Reinserite quindi il pollo e proseguite la cottura per circa mezz’oretta aggiungendo anche un po’ di passata di pomodoro e tenendo il coperchio prevalentemente chiuso.

Pasta Pesto di valeriana

VENERDI’
pranzo: Risotto agli asparagi e filetti di San Pietro saltati in padella.
Pelate il gambo degli asparagi e sfruttate la parte della radice per preparare il brodo vegetale. Tagliate a rondelle il resto del gambo e mettete da parte le punte. Preparate una base con dello scalogno sminuzzato e olio evo e rosolateci gli asparagi a pezzettini . Tostate quindi il riso e proseguite la cottura aggiungendo il brodo vegetale un po’ per volta.  A metà cottura, aggiungete anche le punte degli asparagi.
cena: Pizza al farro fatta in casa.
Chi mi conosce ormai lo sa. Questa è la specialità del mio maritozzo. Noi di solito usiamo la macchina del pane con queste dosi per una teglia: 400 gr di farina di farro, 80 gr di manitoba tipo 1, 240 ml di acqua, 3/4 cucchiai di olio evo, 1 bustina di lievito, 1 cucchiaino di zucchero, 2/3 cucchiaini di sale. Quando l’impasto è lievitato, stendetelo su una teglia da forno oleata o ricoperta da carta da forno e effettuate dei buchetti sparsi con una forchetta. Ungete la superficie con un po’ d’olio extra vergine d’oliva,  una passata di pomodoro non troppo acquosa fino ai bordi, mozzarella a pezzettini, origano e un pizzico di sale. Cuoce in 10 minuti a 250° in forno preriscaldato.

SABATO
pranzo: Pennette al pesto di valeriana e burger di carne bianca.
Per il pesto, pulite la valeriana e tolgiele la parte della radice. Frullatene 100 gr con un frullatore a immersione insieme a 80 gr di parmigiano, 40 gr di anacardi, olio extravergine d’oliva e sale q.b. e (a piacere) uno spicchietto d’aglio.
cena: Piadine all’olio extra vergine d’oliva con insalata iceberg, frittatina e crema di avocado e chips di patate al forno.

DOMENICA
pranzo: Lasagne di carasau con crema di piselli e verdure. Crostata di fragole.
cena: Polpettine di quinoa al sugo di pomodoro e patate al forno.

Menu primavera Crostata di fragole

La lista della spesa

Ecco l’elenco degli ingredienti che vi serviranno per preparare le ricette proposte. Anche questo pro memoria è disponibile nel pdf insieme al menu. Gli alimenti che comunemente si hanno in frigo/dispensa (latte, farine, salsa di pomodoro, olio, spezie) non sono menzionati.

  • ORTAGGI E FRUTTA: agretti, asparagi verdi, spinaci, finocchi, patate, carotine,  cipolla o scalogno, sedano, zucchine, avocado, rape rosse sorttovuoto, insalata iceberg, valeriana, taccole, fragole, frutta fresca di stagione.
  • CARNE: macinato di manzo, cosce di pollo, burger di pollo/tacchino.
  • PESCE: gamberi, filetti di pesce persico, seppie
  • LEGUMI: Piselli freschi o surgelati, fave fresche o lessate in vetro.
  • UOVA E FORMAGGI: uova, mozzarella, parmigiano, pecorino, ricotta.
  • CEREALI: pasta, riso per risotti, risto thai/basmati, quinoa, polenta istantanea, piadine all’olio extra vergine d’oliva, sfoglia per lasagne, pane carasau.

Altri menu settimanali per bambini e tutta la famiglia

festa del papà ricetta cuore di cioccolato

Festa del papà: ricette e lavoretti

Ecco qui qualche idea da preparare insieme ai vostri bambini per la festa del papà. Pochi ingredienti gustosi e genuini combinati con un po’ di fantasia per divertirvi anche con i più piccoli a fare una piccola sorpresa al papà.

1. Cuore di cioccolato e riso soffiato

Ingredienti per 1 cuore:

  • 70 gr di cioccolato fondente al 60/70%
  • 35 gr di riso soffiato
  • zucchero a velo

Procedimento:
– Sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente.
– Quando è fuso, mescolatelo al riso soffiato in una ciotola.
– Disegnate su un foglio di carta da forno un cuore di circa 17 cm di larghezza (potete aiutarvi stampando prima una sagoma).

Preparazione cuore di cioccolato

– Distribuite il riso soffiato col cioccolato all’interno del disegno e con l’aiuto di una spatola dategli la forma del cuore.

festa del papà cuore

– Riponete in frigo per circa un’ora, quindi separate delicatamente il cuore dal foglio e completate con una spolverata di zucchero a velo. Più il cuore rimane in frigo, più risulterà croccante. Potete personalizzarlo a piacere con un messaggio dedicato al papà. Qui ho usato delle letterine di cioccolato bianco fornite da Cioccolateria Veneziana, in occasione del laboratorio per la festa del papà.

festa del papà cuore e scritta

Continue reading

Menu Senza Glutine Anteprima

Menu settimanale con varianti senza glutine

Cosa c’è di nuovo in questo menu settimanale? E’ completo di pranzi e cene bilanciati per bambini e tutta la famiglia, ma contiene anche le varianti senza glutine per le persone che soffrono di celiachia o devono ridurre/eliminare il glutine dalla loro dieta. Inoltre c’è la lista della spesa!

Menu settimanale senza glutine

Se siete iscritti alla newsletter, troverete i pdf da stampare – proprio quelli che vedete nella foto – con entrambe le versioni di menu (standard e senza glutine) e lista della spesa direttamente nella vostra posta con la newsletter di febbraio. Se invece non siete iscritti, inserite il vostro nome e mail nei campi qui sotto e riceverete subito le indicazioni per scaricarlo. I vostri dati saranno utilizzati solo per l’invio della newsletter mensile con i prossimi menu settimanali e le nuove ricette.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori


 

Menu settimanale con varianti senza glutine

Di seguito trovate il dettaglio di pranzi e cene per tutta la settimana nella versione standard e senza glutine. Come vedrete, alcuni pasti a base di riso, quinoa o altri cereali gluten free sono in comune alle due versioni, perchè adatti sia a chi non ha problemi di intolleranze sia a chi deve seguire una dieta senza glutine; in altri casi invece è proposta la variante senza glutine rispetto a una proposta che invece lo contiene. Questo menu è stato studiato a quattro mani con Alice Cancellato, biologa nutrizionista specializzata in alimentazione dell’età pediatrica, che mi ha aiutato a creare uno schema nutrizionalmente corretto e bilanciato per entrambe le tipologie di menu.
Per alcune ricette, trovate direttamente i link alle rispettive pagine sul blog, per le altre vi lascio subito sotto le indicazioni per la preparazione. Per qualsiasi dubbio, non esitate a lasciare un commento, mandarmi una mail a info@periandthekitchen.com o un messaggio sulla mia pagina facebook.

Quinoa senza glutine

LUNEDI’
pranzo: Spaghetti al sugo di pomodoro e polpa di branzino.
Variante senza glutine: Spaghetti di riso con polpa di branzino e julienne di verdure.
cena: Gnocchi tricolore di semolino.
Variante senza glutine: Gnocchi di patate senza glutine con sugo di pomodoro e ricotta.
Dettaglio preparazioni:
Per quanto riguarda il pranzo, potete sfruttare dei filetti di branzino o del pesce bianco magari avanzato dal giorno prima, da cui ricavare la polpa per condire la pasta. Potete cuocere il pesce al vapore e unire la polpa privata dalle spine alla salsa di pomodoro o a delle verdurine tagliate a julienne e saltate in padella con un po’ d’olio extravergine d’oliva.
Per la cena nella variante senza glutine, potete acquistare gli gnocchi di patate senza glutine al supermercato e preparare un sughetto di pomodoro a cui aggiungere un po’ di ricotta fresca verso fine cottura per creare una cremina di accompagnamento. Potete arricchire il sugo con un po’ di rosmarino.

MARTEDI’
pranzo: Cous cous con crema di ceci e carote, accompagnato da broccoletti. 
variante senza glutine: Cous cous di grano saraceno con crema di ceci e carote, accompagnato da broccoletti. 
cena senza glutine: Polpettine di manzo al sugo, polentina e cavolfiore.

MERCOLEDI’
pranzo: Pasta con verdure saltate e crepes di spinaci.
variante senza glutine: Quinoa con verdure saltate e crepes di spinaci.
cena senza glutine: Filetti di platessa alla pizzaiola e riso thai. 
Dettaglio preparazioni:
Per il pranzo, tagliate a dadini delle verdure a piacere (ad es. carote, cavolfiore, zucchine e zucca) e saltatele su una padella con un po’ di olio evo e spezie a piacere (ad es. curcuma o zafferano). Usatele quindi per condire la pasta o la quinoa. Per preparare le crepes di spinaci senza glutine, potete usare la ricetta della Peri, sostituendo la farina di riso a quella di grano.
Per la platessa, preparate una base con pomodorini, capperi e olio extra vergine d’oliva su cui cucinare il pesce, con aggiunta di origano. Il riso di accompagamento potrà essere condito con parte del sughetto.

Ricetta Crepes Spinaci

GIOVEDI’
pranzo: Pasta di farro al pesto e cotoletta di pollo al forno.
variante senza glutine: Pasta di mais e riso al pesto e cotoletta di pollo al forno.
cena senza glutine: Burger di ceci e miglio, purè e bieta al forno.
Dettaglio preparazioni:
Per preparare la cotoletta al forno non serve ricorrere all’uovo. Lavate la carne, asciugatela con lo scottex e spennellatela con dell’olio evo (in alternativa potete immergerla nel latte). Passate le fettine su un’impanatura a base di pan grattato, parmigiano e rosmarino tritato o, per la variante senza glutine, a base di farina di mais. Cucinate in forno a 200° per circa 1o/15 minuti.

VENERDI’
pranzo: Quinoa con pomodorini confit, avocado e salmone. 
variante: Grano saraceno con pomodorini confit, avocado e salmone. 
cena senza glutine: Pizzette di cavolfiore, patate e carote al forno.
Dettaglio preparazioni:
Alice mi consiglia sempre di comprare il salmone selvaggio (fresco o surgelato) e di cucinarlo al vapore. Privatelo quindi delle spine a unitelo ai dadini di avocado e ai pomodori confit per condire la quinoa o il grano saraceno, cucinati in acqua bollente salata secondo i tempi indicati nelle confezioni. Completate con olio extra vergine d’oliva, un po’ di sale e qualche goccia di limone.

SABATO
pranzo: Gnocchi di piselli.
variante senza glutine: Risotto allo zafferano con piselli.
cena: Ditalini con crema di zucca e porri e bistecchine di carne bianca al timo e limone.
variante senza glutine: Crema di zucca e porri con miglio e bistecchine di carne bianca al timo e limone.
Dettaglio preparazioni:
Per la preparazione del risotto, iniziate dapprima con un po’ di trito a base di carota e cipolla sui cui far rosolare i piselli. Aggiungete e tostate il riso e proseguite la cottura versando il brodo vegetale un po’ per volta. Verso fine cottura, aggiungete anche una bustina di zafferano sciolto in una tazzina di acqua tiepida.
Per la crema di verdure, potete seguire le indicazioni base della ricetta della crema di zucca (aumentando la quantità di porri e eliminando la robiola) e aggiungendo poi la pastina o il miglio cucinati a parte.

DOMENICA
pranzo: Pennette con ragù di lenticchie e insalata.
variante senza glutine: Pasta di lenticchie al pesto con dadini di patate e insalata.
cena senza glutine: Riso alla cantonese con frittatina e verdure saltate.
Dettaglio preparazioni:
Lessate del riso tipo basmati. Nel frattempo preparate una frittata semplice e delle verdurine a piacere saltate in padella con un po’ di olio evo. Tagliate la frittata a striscioline sottili e unite tutti gli ingredienti per condire il riso.

Menu Settimanale

Cosa ti serve questa settimana?

Ecco l’elenco completo degli ingredienti che vi serviranno per creare le ricette del menu.  Anche questo pro memoria è disponibile nel pdf insieme alla lista delle ricette. Alcuni alimenti che comunemente si hanno in frigo/dispensa (latte, farine, salsa di pomodoro, olio, spezie) non sono menzionati.

  • VERDURE: cavolfiore, broccoli, finocchi, patate, zucca, carotine, spinaci freschi, cipolla, zucchine, avocado. porro, pomodorini.
  • CARNE: macinato di manzo, fettine di pollo e tacchino.
  • PESCE: Filetti di branzino, platessa e salmone fresco/surgelato.
  • LEGUMI: lenticchie rosse decorticate, ceci in vaso, piselli surgelati.
  • UOVA E FORMAGGI: mozzarella, parmigiano, uova, ricotta (solo per menu senza glutine).
  • CEREALI MISTI PER MENU STANDARD: pasta (di grano duro e farro), riso, quinoa, miglio, polenta istantanea, cous cous di grano.
  • CEREALI PER MENU SENZA GLUTINE: pasta (di lenticchie, di mais e riso, di riso), riso, quinoa, grano saraceno, cous cous di grano saraceno, polenta istantanea, miglio, gnocchi senza glutine.

Da quale età è possibile proporre questo menu?

Il menu è pensato per bambini già svezzati e adultiAlcune delle ricette proposte sono adatte anche ai bambini sotto l’anno di età, come ad esempio gli gnocchi di semolino, la pasta con le verdure (basta scegliere un piccolo formato e ridurre le verdure a crema), gli gnocchi di piselli (avendo cura di proporli a piccoli pezzettini), il ragù di lenticchie. Per i bambini più piccoli, potete dare un’occhiata al menu dedicato allo svezzamento. Ricordate sempre di aggiungere due porzioni di frutta fresca di stagione, come spuntino di metà mattina e pomeriggio.

Conosci gli altri menu disponibili sul blog? Potrebbero interessarti!

Dolci di carnevale

Mascherine di cioccolato: un dolce di carnevale da fare con i bambini

Facili, golose e d’effetto.
Queste mascherine di cioccolato fondente sono un dolce di carnevale davvero facile e veloce da preparare insieme ai vostri bambini. Vi basterà un solo ingrediente!

Possono diventare anche un’ idea da proporre agli amichetti durante una festa piena di coriandoli. E’ una ricetta simpatica perchè mette insieme la cucina e un piccolo lavoretto manuale, in cui potete coinvolgere anche bambini piccoli. Io l’ho proposta a tanti bambini durante alcuni laboratori di cucina e si sono divertiti un mondo.

Maschera di carnevale di cioccolato

Di solito non ricorro mai agli zuccherini colorati per le decorazioni, preferisco usare i colori naturali della frutta, però a Carnevale  uno strappo ci sta.
Potete comunque sostituirli con della granella di frutta secca, come cocco, pistacchio o nocciole.

Ingredienti e occorrente per circa 5/6 mascherine

  • 100 gr di cioccolato fondente al 60%/70%
  • zuccherini colorati o granella di frutta secca per la decorazione
  • foglio/cartoncino, matita, forbici e bastonici da lecca lecca

Preparazione delle mascherine

  • Disegnate o stampate la sagoma di una mascherina di Carnevale e ritagliatela.

Dolci di carnevale: Sagoma Maschera

  • Usatela come traccia per disegnare il contorno di alcune maschere su un foglio di carta da forno.
  • Fondete il cioccolato a bagno maria in un pentolino.
  • Trasferitelo su una sàc a poche (trovate quelle usa e getta nei supermercati) e tagliate un piccolo foro in punta.
  • Distribuite il cioccolato riempiendo la sagoma che voi o i vostri bambini avete disegnato. Potete riempire completamente la maschera o lasciare due fori per gli occhi.

Dolci di carnevale: creazione maschera cioccolato

  • Applicate su un lato un bastoncino da lecca lecca o uno stuzzicadenti lungo e ricopritelo con altro cioccolato in modo da sigillare il punto di attaccatura.

Dolci di carnevale: decorazione maschere con zuccherini

  • Decorate con gli zuccherini e riponete in freezer un paio d’ore.

Dolci di carnevale: Mascherina di cioccolato fondente

Se avete voglia di provare altri dolci di carnevale per bambini, date un occhio alle altre ricette:

Polpette di lenticchie e patate

Crocchette di lenticchie rosse e patate

Dopo la ricetta delle polpette di fagioli cannellini , ho pensato di cimentarmi in un altro piatto sfizioso a base di legumi: le polpette di lenticchie rosse e patate, cucinate al forno.

Assomigliano a delle gustose crocchette, senza però che ci sia nulla di fritto, e consentono di proporre le lenticchie ai vostri bambini in una forma diversa dalle solite zuppe, senza dare troppo nell’occhio. Il vantaggio delle lenticchie rosse decorticate è che si cucinano davvero in fretta e risultano adatta anche ai bambini più piccoli. Vediamo un po’ gli ingredienti e tutti i passaggi.

Lenticchie rosse

Ingredienti per circa 2 teglie:

  • 500 gr di patate
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 30 gr di parmigiano
  • olio extra vergine d’oliva
  • 150gr di lenticchie rosse decorticate
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 300 ml di acqua

Ingredienti per l’impanatura:

  • 1 uovo
  • pan grattato (anche senza glutine)

Preparazione delle polpette di lenticchie

– Lessate le patate, mantenendole asciutte.

Patate impasto crocchette

– Preparate un trito di carota e cipolla e fatelo rosolare con un po’ d’olio extra vergine d’oliva.  Aggiungete quindi le lenticchie, dopo averle risciacquate per bene, e l’acqua. Procedete la cottura per assorbimento finché l’acqua si sarà tutta consumata. A quel punto regolate un po’ di sale e frullate le lenticchie con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema.

Lenticchie rosse crema

– Unite la crema alla patate schiacciate con lo schiaccia patate, il tuorlo d’uovo e il parmigiano. Aggiungete anche un po’ d’olio evo, tanto quanto basta a favorire la compattezza dell’impasto.
– A questo punto, cominciate a creare la sagoma: tonda se volete fare delle polpettine o leggermente affusolata se optate per le crocchette. Via via che formate le polpette di lenticchie, passatele sull’uovo e, a serguire, sul pangrattato. Disponetele su una teglia ricoperta da carta da forno e lasciatele riposare in frigo per circa 20 minuti. Questo eviterà che in cottura si spacchino.

Impanatura uovo

– Irroratele con un filo d’olio e infornate a 180°/190° per 10 minuti. Selezionate quindi la funzione grill e procedete la cottura per altri 5 minuti.

Crocchette di lenticchie al forno

Come proporle

Potete accompagnare le crocchette con una salsa di verdure, ad esempio a base di peperoni: la presenza della Vitamina C favorirà infatti l’assorbimento del ferro vegetale contenuto nelle lenticchie. Oppure potete aprirle e farcirle con dell’avocado maturo schiacciato e leggermente condito.

Polpette di lenticchie

Come conservare le polpette di lenticchie

Se ne avanzate, riponete le polpette all’interno di un contenitore chiuso e conservatele in frigo per un giorno. Potete anche prepararle senza cucinarle e conservarle da crude in freezer per poi cuocerle al bisogno in forno, anche senza scongelarle.

Ti interessano altri secondi piatti sfiziosi a base di legumi? Ecco qualche ricetta:

Nutrizionista

LO SAPEVI CHE?

Informazioni nutrizionali a cura di Chiara Saccomani, biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano

Queta ricetta rappresenta un’idea molto semplice ma sfiziosa per aiutare i bambini ad assaggiare i legumi. Le polpettine proposte dalla Peri contengono lenticchie rosse, uova e parmigiano, dunque 3 fonti proteiche diverse ma in quantità bilanciate. Le patate costituiscono una quota di carboidrati del piatto che integrato con un po’ di verdure di stagione e del pane, magari integrale, diventa un pasto completo dal punto di vista nutrizionale. Associando alle polpette di lenticchie una verdura ricca di Vitamina C o completando il pasto con una spremuta d’arancia, facilitere l’assimilazione del ferro vegetale contenuto nei legumi.

Linzer Ricetta

Torta Linzer: la ricetta adatta anche ai bambini

Ecco un ottimo modo per iniziare la giornata. Una fetta di torta genuina, la famosa Linzer, in una versione adatta anche ai bambini, perchè più bilanciata rispetto a quelle comunemente proposte.

Fa parte delle ricette che ho avuto la fortuna di imparare da una cuoca altoatesina, Almi Moling, durante il mio soggiorno in Val Badia, ospite dell’Hotel Conturines.

Hotel Conturines Alta Badia

Cos’ha di speciale questa Linzer da renderla una torta adatta ai bambini?

  1. Nella frolla abbiamo impiegato la farina di farro, una tipologia di farina ricca di sostanze nutritive e più digeribile di quella di grano tenero.
  2. Pur essendoci una buona quantità di zucchero e burro, abbiamo ridotto le dosi rispetto alle ricette tradizionali. Proprio perchè ricca di tanti ingredienti e di un buon apporto calorico, è un dolce da proporre preferibilmente al mattino, quando ci serve una bella carica per partire.

Torta per bambini

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • 300 gr di farina di farro
  • 125 gr di zucchero
  • 140 gr di burro
  • 150 gr di nocciole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina o i semi di 1 bacello di vaniglia
  • 2 uova piccole
  • la buccia grattuggiata di mezzo limone bio
  • 1 pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • 300 gr di marmellata di mirtilli (anche lamponi o frutti di bosco)

Continue reading

Menu Settimanale e Lista Spesa

Menu settimanale invernale per la famiglia con lista della spesa

Eccomi con un nuovo menu settimanale per tutta la famiglia, dedicato a pranzi e cene della stagione invernale, completo di lista della spesa da stampare!

Ho pensato che oltre al consueto schema di pasti per tutta la settimana, potesse tornarvi utile anche avere la lista degli ingredienti necessari alla preparazione delle ricette. Questa volta potrete quindi stampare sia il menu per la famiglia che la lista della spesa associata. Si tratta per lo più di ingredienti di stagione, combinati in ricette genuine e bilanciate dal punto di vista degli abbinamenti e della composizione settimanale, grazie alla collaborazione con Alice Cancellato, biologa nutrizionista esperta di alimentazione dell’età pediatrica.

menu settimanale famiglia e lista spesa

Controlla la posta o iscriviti alla newsletter per scaricare il pdf del menu e della lista della spesa.

Se siete iscritti alla newsletter della Peri, trovate il pdf completo di menu e lista della spesa direttamente nella posta (per sicurezza, date un occhio anche alla casella dello spam). Se non siete ancora iscritti, potete farlo ora e riceverete subito le indicazioni per scaricare il file da appendere in cucina o portare con voi al supermercato. I vostri dati saranno utilizzati solo per l’invio delle prossime newsletter mensili, con altri menu o ricette utili.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori


 

Zucca e cavolo nero

Lista della spesa associata al menu

Prima di raccontarvi le ricette, facciamo la spesa. Oltre alle cose di base che solitamente si hanno in frigo o in dispensa (latte, parmigiano, farine, salsa di pomodoro, spezie e qualche erba aromatica), vi serviranno questi ingredienti (le dosi dipenderanno dal vostro nucleo familiare):

 

  • VERDURE: radicchio di Treviso, cavolfiore, cavolo nero o riccio, finocchi, patate, zucca, carotine, spinaci freschi.
  • CARNE: macinato di manzo, macinato di pollo e tacchino, spezzatino di tacchino (cosce).
  • PESCE: Pesce persico, filetti di branzino, gamberi.
  • LEGUMI: lenticchie rosse decorticate, fagioli cannellini in vaso, ceci in vaso, piselli surgelati.
  • UOVA E FORMAGGI: mozzarella, ricotta fresca.
  • CARBOIDRATI: pasta (anche di farro), riso, quinoa, crostini.
Crema di zucca e carote

Le ricette del menu settimanale per tutta la famiglia

Qui trovate il dettaglio degli abbinamenti pranzo e cena e di tutte le ricette inserite nel menu. Dove disponibili, ci sono i link alle video ricette o ricette fotografiche del blog, diversamente ve le spiego subito sotto. Ricordate di inserire sempre due porzioni di frutta fresca di stagione durante la giornata. Le ricette sono per lo più adatte a bambini già svezzati e le dosi per 4 persone.

LUN
pranzo: Risotto al radicchio di Treviso e ovetto strapazzato
Il procedimento per questo risotto è simile a quello del risotto alla zucca: per la base, potete usare solo la cipolla e sostituire la zucca con il radicchio.
cena: Crema di verdure e lenticchie rosse decorticate con crostini
Per accelerare i tempi, io di solito uso la pentola a pressione, ma il procedimento non cambia. Fate dapprima rosolare nell’olio evo le verdure tagliate a pezzi (ad es. zucca, cavolo, carote, patate, spinaci, broccolo) e 1 cucchiaio scarso a testa di lenticchie decorticate. Proseguite la cottura aggiungendo acqua bollente fino a quando le verdure saranno morbide. A seconda dei gusti, potete lasciarle in pezzi o frullarle con un minipimer.

MAR
pranzo: Pasta al ragù di carne e insalata di finocchi.
cena: Gnocchetti tirolesi conditi con olio evo e parmigiano e contorno di carotine al timo.

MER
pranzo: Pennette ai piselli.
E’ sufficiente cucinare i piselli surgelati in una casseruola con una base di olio evo, cipollotto, acqua q.b. e usarli poi per condire la pasta.
cena: Crema di carote e zucca con ditalini al farro e filetti di branzino “imperinato” .
Il procedimento è simile a quello della crema di zucca: riducete la quantità di zucca e aggiungete 3/4 carote in modo che i due ingredienti siano abbastanza bilanciati. Evitate la robiola finale, perchè il formaggio è già proposto in altre ricette.

GIOV
pranzo: Pasta al pomodoro e polpette di fagioli cannellini.
cena: Polpettone di carne bianca con verdure e patatine al forno.

Polpettone di pollo e tacchino

VEN
pranzo: Quinoa con verdure saltate e gamberi al vapore.
Lavate bene la quinoa e cucinatela in acqua bollente leggermente salata. Tagliate a pezzettini piccoli delle verdure a piacere e spadellatele in una pentola anti aderente con un po’ di olio evo (si gradite, potete aggiungere un po’ di curry). Nel frattempo lavate e sgusciate i gamberi e lessateli in acqua bollente per qualche minuto. Usateli quindi insieme alle verdure cotte ma ancora croccanti per condire la quinoa.
cena: Pizzette di ricotta senza lievitazione, chips di patate, cavolo nero o riccio e carote.
Lavate tutte le verdure. Tagliate le patate e le carote sottili sottili, con una lama per affettare le verdure. Eliminate la costa centrale del cavolo e tagliate le foglie a pezzi. Disponete le verdure su una teglia con carta da forno e infornate a 180° per 15/20 minuti. Le chisp di cavolo saranno le prime ad essere pronte.

SAB
pranzo: Spezzatino di tacchino con polentina istantanea e cavolfiore al vapore.
Vi consiglio di usare le cosce del tacchino perchè sono la parte più morbida e di cucinare con un po’ di sughetto di pomodoro e cipolla, che potrete usare anche per accompgnare la polenta.
cena: Crema di ceci con ditalini.
Potete utilizzare i ceci secchi – da tenere in ammollo – o quelli già lessati in scatola (ricordatevi di sciacquarli bene dal loro liquido di conservazione). Cucinateli con un po’ di cipollotto, delle carotine e rosmarino. Una volta pronti, frullateli fino ad ottenere una crema che potrete unire alla pasta cotta a parte.

DOM
pranzo: Pasta alla carbonara di verdure di stagione.
Cucinate delle verdure di stagione a piacere a dadini (es. zucca, carote e cavolfiore) su una padella antiaderente con un po’ d’olio evo. Una volta scolata la pasta, unite l’uovo (1 ogni 2 persone) precedentemente sbattuto con del parmigiano e lasciatelo rapprendere 1 minuto col fuoco accesso. Aggiungete infine le verdure.
cena: Risotto alla zucca e polpettine di pesce persico.
Per preparare le polpettine di persico, potete seguire la ricetta di quelle di merluzzo, sostituendo il tipo di pesce.

Polpette di merluzzo

Cerchi altri menu settimanali adatti a tutta la famiglia?

Inserendo la parola menu settimanale nella search del blog troverete tanti schemi di pranzo e cena per bambini e tutta la famiglia, compreso quello dedicato ai più piccolini.

Menu settimanale per bambini.
Menu svezzamento.
Menu associato alla mensa scolastica.
7 Colazioni dolci e 7 colazioni salate.

Spatzle

Spatzle: la ricetta originale degli gnocchetti tirolesi

Posso dirlo, sì, sto per raccontarvi proprio la ricetta originale degli spatzle. L’ho imparata infatti da una cuoca originaria dell’Alta Badia durante il nostro soggiorno all’hotel Conturines a San Cassiano qualche settimana fa.

 

Perché provare questa ricetta? Ecco 3 buoni motivi:

  1. Perché sono un piatto che ai bambini di solito piace molto, adatto a tutta la famiglia.
  2. Perchè con un’unica preparazione porterete in tavola una ricetta completa dal punto di vista nutrizionale e avrete così risolto il pranzo o la cena.
  3. Perchè gli spatzle sono un ottimo escamotage per far mangiare gli spinaci ai nostri piccoli. Vi dico solo che Matte quando li ho preparati in albergo se li è spazzolati tutti … ed erano le 4.30 di pomeriggio 🙂 Li ho rifatti a casa qualche sera fa e ne ha divorati due piatti!

Spatzle Assaggi

Qui vi racconto la ricetta nel dettaglio e com’è andata nella cucina professionale dell’hotel, guidata da Almi Moling, cuoca con tantissimi anni di esperienza e mia insegnante in quella occasione.

Peri e Almi

Ingredienti:

  • 250 gr di spinaci freschi
  • 250 gr di farina tipo 1
  • 2 uova di dimensione media
  • 2 cucchiaini di olio extra vergine d’oliva
  • sale q.b.

Spinaci freschi per spatzle

Continue reading

Grissini di pane

Bocconcini e grissini di pane con farina tipo 1 e di farro

Grissini di pane, bocconcini, panetti, segnaposto … questa ricetta va bene per tutte queste cose. E’ facile e vi riempirà la casa di quel profumo del pane al forno che è davvero irrestistibile.

Per questa ricetta devo ringraziare la mia carissima zia Dina, esperta di cucina sicuramente più di me che prepara spesso un ottimo pane fatto in casa; mi è venuta in aiuto quando le ho chiesto una dritta per un preparato facile da fare anche per chi non è pratico di impasti … come me! Eccolo qui:

Segnaposto natalizi

Ingredienti:

  • 250 gr di farina tipo 1
  • 50 gr di farina di farro
  • 150 gr di acqua
  • 1 punta di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio e mezzo di olio extra vergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di sale

Come preparare l’impasto

L’ideale è preparare l’impasto la sera prima o la mattina per la sera, ma è talmente veloce da fare che ci impiegherete davvero pochi minuti.

  • Amalgamante tra loro gli ingredienti in una ciotola, iniziando dalle farine, aggiungendo poi l’acqua, il lievito sbriciolato con le mani, l’olio e il sale.
  • Lavorate l’impasto fino a ottenere un panetto liscio, tipo quello della pizza.
  • Copritelo con un panno e lasciatelo riposare in un luogo caldo della casa tutta la notte o il giorno (ad esempio vicino al termosifone e all’interno del forno dopo averlo appena riscaldato e spento).
Impasto grissini di pane
  • Dopo il riposo, il volume raddoppierà. Prendete delle porzioni di impasto, aggiungete se necessario dell’altra farina per lavorarlo meglio e create dei salsicciotti da cui ricavare la forma a manico di ombrello o dei semplici panini. L’impasto è un po’ elastico e tende a ritrarsi, pertanto è normale che le forme siano tondeggianti e non affusolate, più simili al pane.
Grissini segnaposto
  • Disponeteli su una leccarda ricoperta da carta da forno, distanziandoli un po’ tra di loro. Cucinate il primo minuto a 200° e poi proseguite per circa 15 minuti a 170°.
Segnaposto di pane

Nutrizionista

LO SAPEVI CHE?

Informazioni nutrizionali a cura di Chiara Saccomani, biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano

Possiamo scegliere di fare diverse versioni aggiungendo ulteriori ingredienti in base ai nostri gusti: olive, pomodori secchi, noci, semi di sesamo o di papavero.
Abbiamo utilizzato due tipologie di farine, ricche di sostanze nutritive (vitamine, sali minerali, fibre, acidibgrassi) contenuti nella crusca e nel germe del grano, la parte del chicco che darà origine alla nuova pianta.
L’olio extravergine d’oliva è il condimento prìncipe della dieta Mediterranea: aggiunge proprietà antinfiammatorie al nostro impasto. Ricordate di utilizzare sale iodato, meglio se marino integrale (non
raffinato) che contiene naturalmente Iodio, un micronutriente essenziale per il corretto funzionamento della tiroide, ghiandola coinvolta in numerosi processi metabolici.

Ricette natalizie per bambini

Ricette natalizie per bambini e menù per tutta la famiglia

Eccomi qui con un piccolo regalino per voi.
Ho creato un ricettario che contiene tante proposte dolci e salate per le festività natalizie, dedicate ai vostri bambini e adatte a tutta la famiglia. Una sorta di libricino in pdf, con una scheda per ogni ricetta, completa di ingredienti e indicazioni per la preparazione. Vi basterà controllare la vostra posta e lo troverete con la newsletter di dicembre per avere tutto a portata di mano.

Scheda Ricettario

Controlla la posta o iscriviti alla newsletter per scaricare il pdf completo con tutte le ricette per le feste.

Se siete iscritti alla newsletter della Peri, trovate il pdf completo direttamente nella posta (controllate anche nella casella dello spam … a volte finisce lì per sbaglio). Se non siete ancora iscritti, potete farlo ora qui e riceverete subito le indicazioni per scaricare il file gratuitamente. I vostri dati saranno utilizzati solo per l’invio delle prossime newsletter mensili, con altri menu o ricette utili.

Iscriviti alla newsletter

* campi obbligatori



Alcune proposte già le conoscete e sono stata studiate in collaborazione con Alice Cancellato, biologa nutrizionista; altre ricette sono delle vere e proprie novità di quest’anno. Il pdf contiene anche un’ipotesi di menù per il pranzo di Natale che vi racconto anche qui sotto, intanto una piccola anteprima.

Un menù di Natale per tutti

Per il pranzo di Natale o una giornata delle feste, ho pensato di mettere insieme alcune mie ricette natalizie per creare una combinazione bilanciata di piatti invitanti e gustosi, ma senza eccessi, adatti un po’ a tutti i gusti e a tutte le età, a partire dai bambini svezzati, più o meno dall’anno in su.

Antipasto:
Tartine alle 3 salse: piselli, ceci, zucca e cannellini.

Albero di tramezzini per bambini

Primo Piatto:
Ravioli vegetariani con ripieno di ricotta, pomodorini, pinoli, basilico e patata.

Ravioli fatti in casa

Secondo Piatto:
Polpettone di carne bianca con contorno di verdure e patatine arroste.

Secondo piatto natalizio

Dessert:
Tronchetto di Natale, Alberi di frutta fresca, lollipop di cioccolato fondente.

Spero che questi spunti vi siano utili soprattutto per prendervi del tempo di qualità da trascorrerre – magari anche un po’ in cucina, ma non troppo – in compagnia delle persone a cui tenete. Auguri auguri auguri di cuore da parte mia, del regista e del Matte.

Vi saluto con i consigli di Chiara sul menù di Natale.

Informazioni nutrizionali sul menù, a cura di Chiara Saccomani del Policentro Pediatrico di Milano

Proponiamo antipasto a base di creme di legumi, primo vegetariano, secondo a base di carne e dolcetto finale!
Per quanto riguarda le tartine con le creme di legumi, assicuratevi solo che il pane morbido sia all’olio extravergine d’oliva e che i legumi utilizzati siano decorticati (senza la buccia esterna), in questo modo li rendiamo adatti anche ai bimbi più piccoli.
Le tartine si sposano bene con il primo piatto a base di ravioli vegetariani, un’alternativa più digeribile e meno elaborata rispetto ai classici ravioli di carne; volendo è possibile anche associare l’antipasto con il primo per passare direttamente al dolce! I nutrienti sono comunque bilanciati e inseriti in un contesto equilibrato.
Il secondo a base di carne arriva dunque dopo le due proposte vegetariane, per cercare di variare la fonte proteica; come sappiamo idealmente è corretto non inserire troppe fonti proteiche all’interno dello stesso pasto, ma è anche vero che tutto dipende dalle porzioni e dalle quantità utilizzate (ad esempio per un adulto: un paio di tartine di legumi, 1 piatto medio di ravioli e due fettine di polpettone possono rappresentare un pasto corretto); oppure possiamo abbinare direttamente ravioli e polpettone, rinunciando all’antipasto. Ma in fondo è Natale e qualche strappo alla regola è contemplato! Buon appetito!