Ricetta Ravioli Cinesi

Ravioli cinesi fatti in casa: Jiaozi

I ravioli cinesi: una di quelle cose che avevo in mente di fare in casa da una vita, ma che non avevo mai osato tentare. E invece la cucina è così: a volte le cose sono più facili a farsi che a dirsi, soprattutto quando sono buone e con sé portano tutto il desiderio di assaggiarle.

Prima di provare a fare i famosi ravioli, il regista (mio marito) e Matte (nostro figlio) mi hanno detto: devi guardare BAO, il bellissimo cortometraggio della Pixar proprio ispirato ai celebri JIAOZI, che diventano BAOZI quando si trasformano in panini e si usa anche il lievito e BAO quando si tagliano a metà e si farciscono. Se volete approfondire, la Cucina Italiana è sicuramente più brava di me a spiegarvi origine e differenze di queste preparazioni. Tornando invece alla cucina della Peri … ci siamo creati questa sorta di rito propiziatorio davanti alla magia dell’animazione Disney e abbiamo provato a trasferirla in cucina. Io ho creato l’impasto (online si trovano mille ricette, io mi sono ispirata a quella di Stefano Cavada), poi insieme al resto della famiglia abbiamo dato vita ai ravioli. Come vedete, i nostri sono ben lontani dall’essere perfetti, non ce n’è uno uguale all’altro, ma è stato bello così: ognuno di noi ha una manualità diversa. Si possono semplificare creando delle semplici mezze lune o provare a fare i fagottini: qualsiasi sia la forma che gli darete, vi assicuro che sono buonissimi.

Potete anche tirare la pasta con la macchina per la pasta, se ce l’avete. Io ho fatto tutto a mano con un semplice mattarello. E se ce l’ho fatta io, buoni ravioli a tutti.

Jiaozi fatti in casa

Ingredienti per circa 20 pezzi grandi o 30 medi:

  • 200 gr di farina di frumento
  • 110 ml di acqua (meglio se calda)
  • 1/2 cucchiaino di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 150 gr di macinato di maiale
  • 100 gr di cavolo cappuccio
  • 1 carota
  • 1 cipollotto o il corrispettivo di porro
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di olio di semi di girasole
  • 1/2 cucchiaino scarso di aglio in polvere
  • un po’ di zenzero in polvere
  • pepe e sale q.b.

Come preparare l’impasto dei ravioli cinesi

In una ciotola, incorporate un po’ per volta l’acqua alla farina e il sale, lavorandola qualche minuto con le mani fino ad ottenere un panetto liscio. Se necessario, durante la lavorazione aggiungete un altro goccino d’acqua. Avvolgete il panetto in una pellicola e lasciatelo riposare circa mezz’ora.

Impasto ravioli cinesi fatti in casa

Una volta passata l’attesa, iniziate a ricavare dal panetto dei pezzi da cui ottenere il classico “salsicciotto/filoncino”. Suddividetelo quindi in tanti tochetti, create delle palline con le mani e usate il mattarello per ottenere la forma di tanti dischetti.

Come preparare il ripieno classico e per bambini

Tagliate il cappuccio sottile sottile con una lama taglia verdure. Tagliate anche le carote a julienne o frullatele in un robot da cucina insieme al cipollotto o al porro in modo da sminuzzare bene tutto. Amalgamate le verdure con il macinato insieme a tutti gli altri ingredienti e mescolate bene così che tutti i sapori si distribuiscano in modo omogeneo. Non serve cucinare nulla prima, il ripieno si cucinerà direttamente insieme ai ravioli nella cottura a vapore.
Potete personalizzare la farcia anche con altri tipi di ingredienti, ad esempio usare i gamberi al posto del macinato di carne o farne alcuni con un ripieno più delicato solo a base di verdure per renderli più adatti ai bambini. In questo caso potete sostituire il porro al cipollotto, che potrebbe risultare troppo forte come sapore, e usare solo il cavolo cappuccio, la carota e una zucchina ben sminuzzate o tagliate a julienne. Potete utilizzare o meno le spezie in base ai gusti dei vostri piccoli commensali: io ho provato la versione classica e ve la consiglio se avete bimbi che ormai mangiano un po’ di tutto 😉

Ripieno ravioli cinesi

Farcitura e creazione dei ravioli

Versate un cucchiaino abbondante di ripieno al centro del disco di pasta. La quantità precisa dipenderà anche da quanto grandi sono i vostri dischetti di partenza e quindi i ravioli finali.

Farcitura dei ravioli cinesi

Potete creare sia delle mezzelune (più facili da realizzare) che il classico fagottino stile “Masha e Orso”. Chi non ha visto la famosa puntata del Panda alle prese con la cucina di Masha? Nel primo caso, piegate a metà il disco facendo aderire i lembi in modo da creare la mezzaluna. Con le dita cercate di creare delle piccole pieghe per chiudere bene il raviolo. Se invece optate per la forma a fagottino, il vero e proprio Jiaozi, una volta sistemato il ripieno al centro, chiudete il raviolo a “caramella”, avvicinando e poi ruotando tutti i lembi del disco. Più facile a farsi che a dirsi.

Ravioli Jiaozi Mezzaluna
Ravioli Jiaozi fagottino

Cottura

I ravioli possono essere cotti semplicemente a vapore o resi ancora più gustosi con un passaggio preliminare che vi consente di creare un po’ di croccantezza. Prendete una padella antiaderente ampia, ungetela con un po’ di olio di semi e scaldatela. Fate rosolare i vostri ravioli su un lato per un paio di minuti. Aggiungete quindi un bicchiere non del tutto pieno di acqua bollente e chiudete subito con il coperchio in modo da procedere con la cottura a vapore per altri 5 minuti. A questo punto, togliete il coperchio e se necessario portate avanti la cottura un altro paio di minuti per far asciugare l’acqua residua.

Cottura ravioli al vapore

Trasferite su un piatto e servite con salsa di soia. Poi ditemi se vi son piaciuti 🙂

Ravioli cinesi fatti in casa
Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Saranno buonissimi, ti chiedo un chiarimento, cosa intendi per farina di frumento? Di grano duro o grano tenero<<<<< 0 oppure 00. Grazie

    • Emanuela eccomi. Io in questo caso ho usato la farina di grano tenero (puoi usare 0 o 00). Ma puoi provare anche con altri tipi, potrebbe cambiare però la proporzione con l’acqua e l’elasticità dell’impasto.