Far mangiare frutta e verdura ai bambini

Far mangiare frutta e verdura ai bambini: mai provato con i succhi?

In questi ultimi 3 anni ho avuto l’occasione di parlare davvero con tante, tante mamme e qualche papà. Il consiglio che in assoluto mi viene chiesto di più è sempre lui, l’evergreen: come far mangiare frutta e verdura ai bambini.

Ahimè, non c’è una sola risposta che valga per tutti. Ogni bambina/o ha i suoi gusti in termini di sapore e le sue preferenze anche dal punto di vista della consistenza delle sostanze. C’è chi ama le cose morbide, chi proprio non le può vedere, chi preferisce la croccantezza e chi guai se trova dei pezzetti. Una delle strade per aggirare l’ostacolo può essere proprio combinarle insieme – frutta e verdura – unendole in una bevanda colorata e accattivante anche per la vista, che allo stesso tempo ci permetta di non svelare troppo di quello che c’è all’interno. L’estrattore in questa sorta di magia pare se la cavi proprio bene.

Far mangiare frutta e verdura

Anch’io ovviamente mi sono scontrata spesso con lo stesso problema: mi è stato quindi utilissimo cimentarmi con l’estrattore di succo a freddo Philips per provare delle ricette di estratti per bambini che potessero aiutarli ad apprezzare più facilmente succhi a base di frutta e verdura, proprio a partire da quello che si aggira quatto quatto nella mia cucina: il Matte.

Estrattore succo bambini

Le ricette che ho studiato, anche con l’aiuto di Alice Cancellato biologa nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, hanno diversi vantaggi:

  • contengono sia frutta che verdura la cui compresenza riduce la quantità complessiva di zucchero della bevanda;
  • sono ottenute ovviamente con un’estrazione a crudo e mantengono tutte le proprietà nutrizionali degli alimenti che vengono parzialmente perse quando le verdure vengono cotte;
  • sono prive di fibre insolubili, cosa molto importante nell’alimentazione dei bambini più piccoli;
  • last but not the least, sono colorate e buone, ma questo me lo direte soprattutto voi, anzi lo chiederemo ai vostri bambini.

estratti di frutta e verdura

Alcune ricette di estratti per bambini

Qui trovate 3 proposte diverse: ognuna prevede sia la frutta che la verdura e si contraddistingue per un colore predominante da cui mi sono lasciata ispirare per la scelta del nome. Per preparare questi estratti, basta lavare bene gli ingredienti (potete mantenere la buccia di frutta e verdura quando sono tenere, eliminando solo quelle più spesse, ad esempio quella delle arance o dei kiwi se li usate). Tagliate poi i vostri ingredienti in pezzetti e inseriteli un po’ alla volta nel tubo. Quindi azionate l’estrattore con un semplice tasto.

stratti di succo per bambini

Vedrete che il liquido che fuoriesce è davvero liquido, ahahah, scusate il gioco di parole, nel senso che non presenta residui: per questo è una bella soluzione per i bambini, oltre ovviamente ad essere buono nel sapore e a dare proprio quella sensazione di bere un concentrato di vitamine. E’ comodo anche per chi i succhi li prepara in poco tempo visto che i pezzi sono studiati per essere smontati e assemblati molto velocemente. Anche per questo a pulirlo ci si mette davvero un attimo.

1. Estratto rosso: il super succo dei pompieri

  • 1 mela e mezza
  • 1/4 di rapa
  • 1 carota
  • qualche goccia di limone

Estrattore di succo Philips

Voi direte, la rapa ai bambini? Eh sì la rapa, è lei che dà questo colore intenso che io trovo bellissimo (tra l’altro è uno dei miei colori preferiti e che vesto di più in assoluto). Si sente un po’, ma il suo sapore è bilanciato dalla dolcezza della mela e della carota. Il succo inoltrr è molto fresco e super salutare, perché la rapa è ricca di sali minerali e non è facile proporla cruda ai bambini. A Matte è piaciuto un sacco … beh insomma, non è che gli ho detto proprio tutto sugli ingredienti, mi sono giocata la carta del colore 😉

Frutta da bere

2. Estratto arancione: il super succo dei campioni

  • 1/2 pera decana
  • 2 carote
  • 1 arancia
  • 1/4 di finocchio

Questo è un succo dal sapore più familiare, prevale il tono dell’arancia col vantaggio però che inseriamo anche le verdure e un po’ di pera, succosa e ricca di fibre solubili. E’ rinfrescante e dolce, facile da proporre anche a colazione o per una merenda sana, in alternativa alle bevande o ai succhi industriali.

Estratto arancione

3. Estratto giallo: il super succo simpatia

  • 1 mela
  • 1 carota
  • 1/4 finocchio
  • zenzero per gli adulti

Questo è davvero un succo facile facile, dal sapore molto delicato. Per noi adulti può essere reso un po’ più sfizioso con l’aggiunta di un po’ di zenzero.  Tutti gli ingredienti sono sostanzialmente privi di polpa, quindi il risultato che l’estrattore garantisce con questa ricetta è davvero una bevanda molto bilanciata nei toni e senza la minima traccia di residuo, adatta anche per i palati più delicati.

Un’idea in più: il brodo vegetale fatto con l’estrattore

Ci avevate mai pensato? Eh già, con l’estrattore possiamo prepararci anche un buon brodo vegetale alla velocità della luce. Ecco come fare.

Ingredienti per una porzione di brodo vegetale:

  • 1/2 carota
  • 1 pezzo di zucchine (circa 1/3 di una normale)
  • 1 fetta di finocchio

Estrattore verdure brodo

Con queste dosi ricavate circa 50 ml di estratto a cui unire circa 200 ml di acqua per la preparazione del brodo.
La prima volta che l’ho provato, ho utilizzato il doppio delle dosi per preparare una minestrina veloce per tutti: mi sembrava impossibile che con così poco estratto si riuscisse a fare un brodo saporito. E invece è una dritta perché il succo estratto dalle verdure mantiene un sapore intenso, i tempi si riducono tantissimo e anche la quantità di verdure da utilizzare è minima.

Brodo vegetale estratto

Per fare il classico brodo vegetale – senza ricorrere al dado – la cottura delle verdure richiede un bel po’ di tempo prima che rilascino il loro sapore. Con questo metodo, invece, vi basterà portare l’acqua a bollore giusto per aggiungerci poi la pastina. Potete sfruttarlo anche per preparare il risotto o per cucinare della carne/pesce.

Brodo svezzamento estrattore

Durante lo svezzamento, preparare il brodo con gli estratti del Micro Juicer di Philips è davvero pratico: in questo caso, impiegandolo per preparare le pappe con l’aggiunta di creme di cereali o farine precotte, sarà sufficiente scaldare il brodo senza nemmeno raggiungere il bollore. Così facendo, oltre a risparmiare tempo, preserverete ancora di più le proprietà nutritive delle verdure impiegate.

Ce lo spiega meglio Alice: “Durante lo svezzamento, con l’estrattore si possono preparare succhi di verdura puri, senza che la cottura ne alteri i principi nutritivi, da utilizzare al posto del brodo per la preparazione della pappa: basterà estrarre il succo di un carota, di una verdura verde (zucchina, broccolo, lattuga…) o bianca (finocchio o cavolo cappuccio). Se usate le farine precotte, non serve portare ad ebollizione l’estratto, ma sarà sufficiente scaldarlo. In questo modo sarà ricchissimo di sali minerali e di vitamine.
Non è necessario aggiungere altra verdura perché l’estratto mantiene i sali minerali, le vitamine e la fibra solubile che nutre la flora batterica intestinale. Elimina invece la fibra insolubile che non è utile durante lo svezzamento, periodo in cui l’apporto di fibra deve essere basso.
Il brodo tradizionale va comunque dato, alternandolo all’estratto, perché nel brodo è presente la patata.”

Insomma, che siano dolci, verdurosi, brodosi … ho scoperto che gli estratti davvero possono semplificare la vita in cucina ed essere sfruttati in tanti modi: questi che vi ho descritto sono solo alcuni! Se siete interessati a saperne di più, trovate tutti i dettagli e numerose recensioni del Micro Juicer sulla scheda Amazon. Ma non è finita qui: nella prossima puntata vi racconterò anche come sfruttare gli scarti. A prestissimo!

Post in collaborazione con Philips.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *