Ghiaccioli fatti in casa

L’ultima volta che sono stata all’Ikea – si può dire Ikea? Ma sì tanto non se ne accorgono – su 20 cose che abbiamo acquistato, ne abbiamo “azzeccate” solo 2: una è il tappeto per il bagno, l’altra … i contenitori per i ghiaccioli.

Adocchiati, piaciuti, provati.

Quando li ho visti, bum, un tuffo nel passato, effetto “torna a casa Peri”. Da piccola – giusto qualche anno fa eh –  a casa nostra transitavano questi oggettini plasticosi che insieme al Festival Bar annunciavano che l’estate e il caldo erano arrivati. Nella nuova veste di mamma, non ho resistito.

Succo

Non vi stupirò con effetti speciali, ho provato una miscela molto semplice, ma gradevole e colorata. Anche perché era la mia prima volta, ovviamente!

LamponiAranciaLimone

Passaggio 1: Per 6 ghiaccioli, ho usato:

  • una vaschetta di lamponi che ho schiacciato e setacciato con un passino per trattenere i semi
  •  il succo di un’arancia
  • un po’ di limone  (non troppo perché il lampone è un po’ acidulo).
  • Ammetto che ho aggiunto anche un pochino di zucchero per addolcire il tutto, neanche 2 cucchiaini, quindi niente a che vedere con le dosi dei ghiaccioli confezionati.
  • Infine, ho miscelato tutto con acqua fino a riempire i 6 contenitori. Nel mio caso erano circa 350 ml di liquido, ma dipende dalla grandezza dei ghiaccioli che avete.

Passaggio 2: In freezer per alcune ore.

Passaggio 3: Matte.

Matteo

Anche lui: adocchiati, provati, piaciuti.

ps: ci sentiamo in privato per le altre 18 cose che abbiamo cannato: tra le meno imbarazzanti, tende, lenzuola, porta posate. Mai andare all’Ikea di domenica!

 

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *