Lasagne di carasau alla crema di verdure

Ci sono tante cose in questa ricetta: la gioia della primavera con le sue primizie e i suoi colori, la voglia già forte dell’estate con i suoi richiami. E’ per questo che quando con Alice abbiamo pensato ad una nuova proposta per questa stagione, ho subito detto sìììì all’idea di usare il pane carasau per creare delle lasagne alternative.
Alternative perché sono molto più leggere di quelle fatte con la pasta all’uovo e perché il carasau, non richiedendo cottura, ci fa accelerare i tempi di uno scherzo.

Lasagne

Ah la Sardegna … la Sardegna. Volete il mio pippone su questa terra? Sì dai. Le mie amiche mi prendono sempre in giro … penso di esserci stata una cosa come 16 estati a trascorrere le vacanze. Per me è una droga: quel mare introvabile, il profumo dell’elicriso e del mirto, il vento, i colori … e i sapori! E’ come un richiamo che comincia a farsi sentire intorno ad aprile, quando il sole inizia a scaldare di più e la testa vola veloce altrove, lì dove il mare è più blu.
Eheh, scusate, ci risiamo. Le solite divagazioni sentimentali invece di parlare di cibo.
Ok torno sul pezzo. E questo è davvero un pezzo buono!

Preparazione

Come sapete, in cucina il mio primo pensiero va sempre a Matte, ma qui, devo dirvelo, sfondiamo una porta aperta un po’ con tutti. Ho rifilato la teglia intera ad ospiti insospettati e … hanno fatto il bis! Anche il regista ha apprezzato parecchio. L’ho pure beccato il flagrante mentre si mangiava le lasagne alla fine delle riprese.
Dunque, che vi posso dire. Intanto che la besciamella è una sciocchezzuola. Ok, io finché non ho fatto il corso di cucina, mi incasinavo sempre, ma non faccio testo: fuoco acceso, spento, proporzioni, grumi, non grumi …  Ma una volta imparati i passaggi chiave, è una cosa davvero da 10 minuti: nel video vi mostro per filo e per segno tutti i trucchetti. Tra l’altro, potete farla anche sostituendo il burro con dell’olio extra vergine d’oliva e usare un latte o brodo vegetali nel caso di intolleranze.

Piselli freschi

Per le verdure, in questo periodo non avete che l’imbarazzo della scelta. Io ho optato per i piselli freschi perché scegliere gli ingredienti di stagione è sempre una garanzia di qualità: sono dolci, teneri e di solito piacciono molto ai bimbi. Ma ovviamente potete personalizzare con i sapori che preferite. La dritta è che frullando tutto fino ad ottenere una crema e amalgamando gli ingredienti per comporre i vari strati otterrete un mix di sapori perfetto per proporre le verdure anche ai più piccoli, con una piatto unico che vi risolve tutto il pasto. Se poi avanza qualche porzione, il mio consiglio è sempre quello di congelare per avere delle risorse pronte. Sai mai che il giorno dopo, toh, dobbiate partire per le vacanze!

INGREDIENTI PER UNA PIROFILA DA 6 PERSONE:

pane carasau q.b.
acqua o brodo vegetale q.b.
Parmigiano reggiano q.b.

Per la crema di verdure:
1 kg di piselli freschi o 400 gr di piselli surgelati
3 zucchine piccole, 1 carota grande o altre verdure a piacere
1 scalogno
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

Per la besciamella:
500 ml di latte (si puo’ sostituire con latte vegetale o brodo di verdure)
50 gr di farina
50 gr di burro (si puo’ sostituire con 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva)
noce moscata, sale e un pizzico di pepe


AliceCancellato_foto

ALICE CHE DICE?

Il commento di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, specializzata in alimentazione dell’età pediatrica.

“Questa ricetta è un piatto unico sano e gustoso, che rappresenta una valida alternativa vegetariana e più leggera alle classiche lasagne.

I piselli sono legumi e quindi sono una buona fonte di proteine vegetali. Contengono anche fibre (utili per la motilità intestinale) sali minerali tra cui potassio, magnesio, calcio e ferro. Grazie alla presenza della clorofilla (che serve per la formazione dei globuli rossi), ferro e acido folico, sono un ottimo alimento per chi soffre di anemia.
I piselli sono reperibili freschi nei mesi di maggio e giugno, ma si trovano anche surgelati, secchi e in scatola. Quelli freschi o surgelati sono più gustosi e non necessitano, a differenza degli altri legumi, di una lunga cottura.
I piselli secchi richiedono un periodo di ammollo prima di essere cucinati mentre quelli in scatola sono già pronti al consumo (bisogna sempre sciacquarli molto bene sotto l’acqua corrente per eliminare il liquido di conservazione che contiene molto sale).
Attenzione alle etichette di quelli in scatola perché molto spesso, oltre al sale, è presente anche lo zucchero.

La besciamella si può fare anche con l’olio extravergine  d’oliva e con un latte vegetale (a patto che non sia zuccherato). Per gli intolleranti al lattosio: attenzione a non usare il latte delattosato perché è troppo dolce per una preparazione salata.”

 

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Bel piatto e consigli preziosi della nutrizionista

    • Grazie mille clibi, anche da parte di Alice 🙂

  2. Queste m ispirano molto.. e non solo per le bambine. Mi metto da parte la ricetta che il caldo ormai se ne sta andando e il prossimo fine settimana potrei provarle. Ottima idea! E complimenti per il blog.. sei simpaticissima!

    • Ciao Caterina, grazieee. Scusa se ti rispondo solo adesso! Allora le hai provate? Fammi sapere come è andata.
      Un bacione e grazie ancora 🙂