La Colomba fai da te

Una di quelle cose che, se me lo dicevano, non ci avrei mai creduto: riuscire a fare la colomba di Pasqua, in casa…io!
Cioè, va bene la buona volontà e la voglia di sfide, ma per chi non lo sapesse, io di base sono negata e lei – la colomba – è davvero un’impresa se non si conoscono un po’ di trucchi di pasticceria e non si fanno un certo numero di prove (sul numero di tentativi non riusciti, contattatemi in privato). Beh, fatto sta che sono un po’ cocciuta e una volta partorita questa idea (Alice, ti fischiano le orecchie?), è diventata una questione d’onore. Insomma, mi sono messa lì, ho chiamato mezzo mondo per capire dove sbagliavo, desistito all’invito dei miei cari a desistere, – mi si son pure rotte le fruste, e non solo – finché sono riuscita a infilare una serie di passaggi che hanno del … miracoloso.

Qui devo davvero ringraziare un’amica di famiglia, tale Maria Rosaria, che mi ha svelato tutti i segreti per uscirne vincitrice. E anche se i segreti non andrebbero spifferati in giro, io ve li racconto volentieri così se vorrete cimentarvi, andrete a colpo sicuro. E questa è la cosa che mi è piaciuta di più di tutta questa storia: aver trovato la strada che vi semplifica un po’ le cose.

Quindi, dimenticate lievitini, albumi montati a neve, impasti e rimpasti.
Più facile è più buono: solo qualche accorgimento e un po’ di pazienza.

Peri

Ma perché la colomba? Perché la tradizione resiste al passare del tempo ed è bello riviverla e rivisitarla. Perché fare una cosa in casa vi permette di selezionare gli ingredienti, evitando sorprese industriali meno genuine. Perché preparare un dolce con le proprie mani e riempire la casa del profumo che di solito si sente entrando in pasticceria (non scherzo, è proprio così) è un bellissimo dono.

Colomba e Pesco

Nel video trovate tutti i passaggi, per questo è un po’ più lunghetto del solito, abbiate pazienza. Qui sotto vi segnalo i punti critici in modo che non vi fermi nessuno. Attenzione, se lasciate la colomba incustodita e avete un nanetto in giro per casa, potrebbe capitarvi un finale alla Matte 🙂

Ingredienti per preparare la colomba fatta in casa:

  •  150 gr di farina Manitoba
  • 100 gr di farina di farro
  • 50/60 gr di farina tipo 0
  • 100 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 3 uova intere
  • 170 ml di latte
  • 25 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • un pizzico di sale
  • la buccia di un’arancia e un limone non trattati
  • 50 gr di mandorle polverizzate
  • mandorle intere per la decorazione  q.b.
  • granella di zucchero per decorare

Il primo passaggio è sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido con un cucchiaio di zucchero e lasciarlo riposare mentre lavorate gli altre ingredienti. Il lievito deve cominciare a salire. Se non succede, non disperate. E’ colpa del lievito. Tenetevi un panetto di scorta e riprovate.

L’impasto finale deve risultare un po’ elastico, non troppo morbido. Con le dosi di farina indicate, dovreste andare bene, ma se vi sembra ancora molle, aggiungete un cucchiaio di farina.

Prima di infornare, lasciate riposare per circa due ore nello stampo con le mandorle e la granella già posizionate. Spostate lo stampo con cautela per infornarlo. Il forno deve essere preriscaldato a 150°. Dopo 50 minuti, fate la prova dello stecchino (senza mai aprire il forno prima). Se è asciutto, siete a cavallo, altrimenti proseguite la cottura per altri 10 minuti.

Quando la colomba è cotta, spegnete il forno,  apritelo e fate scorrere la teglia verso di voi senza estrarre completamente la colomba. Aspettate che la temperatura scenda un po’ e poi finite di farla raffreddare fuori dal forno.

Colomba a Pasqua

————————————————————————————————————–

AliceCancellato_foto

ALICE CHE DICE?

Il commento di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico di Milano, specializzata in alimentazione dell’età pediatrica.

La colomba della Peri è un vero miracolo perché, a differenza della maggior parte di quelle presenti in commercio, ha usato un mix di farine non completamente raffinate che consentono di arrivare ad un prodotto finito di maggior qualità, senza rinunciare ad un’ottima lievitazione e morbidezza dell’impasto.

Su più di 300g di farina ci sono solo 150g di zucchero e 100g di burro. La scelta degli ingredienti consente un maggior controllo sulle quantità di zuccheri e grassi utilizzati, evitando il ricorso a conservanti, agenti chimici o grassi di bassa qualità a volte usati nell’industria alimentare.

Le bucce di arancia e di limone, a differenza dei canditi, non contengono zucchero e liberano oli essenziali che conferiscono profumo e aroma alla colomba.

Le mandorle sono ricche di grassi buoni, proteine e tanto calcio, utili per la salute delle ossa e dei muscoli.”

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Grazie mille Marina, mi fa super piacere. Corro a leggere i tuoi consigli per Pasqua. HAPPY EASTER TO YOU 🙂

  1. I prodotti cucinati in casa scegliendo la qualità e le dosi delle materie prime sono insuperabili. La tua colomba ne è un esempio 🙂

    • Grazie mille, in effetti è proprio questa l’idea della colomba fatta in casa, così come per le altre cose su cui scegliamo noi ingredienti e preparazioni 🙂