Muffin senza zucchero

Muffin senza zucchero alle banane

A volte penso di fare le cose ma poi finisce che rimangono solo nella testa in modalità intenzione.

A voi mamme capita mai? A me è successo con questi muffin senza zucchero alle banane. Ero convinta di avervi già raccontato la ricetta, in realtà è appunto rimasta lì tra i miei ricci. Provvedo subito perché sono davvero squisiti e soffici, ottimi per una colazione o una merenda sana per i vostri bambini e tutta la famiglia, specie in questo periodo dell’anno quando le banane maturano più in fretta e si anneriscono velocemente. E sono proprio così che ci servono per questa ricetta: belle mature!

Mi sono ispirata al banana bread di Alice Cancellato, ma ho personalizzato la ricetta trasformandola in dei tortini con l’aggiunta delle spezie che bilanciano il sapere un po’ deciso della banana. Ecco gli ingredienti.

Ingredienti:

– 2 banane mature
– 70 gr di farina di grano saraceno
– 60 gr di farina tipo 1
– 12 gr di lievito per dolci
– 2 uova
– 5 cucchiai di olio di semi
– gocce di cioccolato fondente al 70%
– zenzero in polvere q.b.
– 1 cucchiaino di cannella in polvere

Muffin senza zucchero alle banane

Come preparare i muffin senza zucchero alle banane:

  1. Schiacciate le banane mature con una forchetta.
  2. In una ciotola, sbattete a mano le uova, le banane e l’olio.
  3. Mescolate le farine con il lievito e, una volta setacciate, untile all’impasto un po’ per volta.
  4. Completate con le spezie e le gocce di cioccolato fondente.
  5. Distribuite l’impasto su degli stampini da muffin precedentemente oleati e cucinate  in forno a 180° per 15/18 minuti.

Se vi interessano altre ricette per sfruttare le banane mature, provate il gelato o i pancake.

Polpette di carne: ricetta per bambini

Polpette di carne al sugo: una ricetta facile e gustosa

Un classico intramontabile per grandi e piccini ce l’abbiamo? Eccolo! Sono sicura che questo piatto, nella sua semplicità, accontenterà il palato di tutta la famiglia, specie quello dei bambini. Questa ricetta è davvero facile, è quella che anche la mia mamma – diventata ormai nonna Giuli – faceva a me quando ero una mini Peri. Pochi ingredienti genuini per un risultato a colpo sicuro, nel rispetto del pancino dei nostri piccoli commensali.

Per una buona riuscita, è importante acquistare una carne di manzo di qualità e farla macinare possibilmente due volte. In questo modo sarà più facile amalgamare gli ingredienti e le polpette risulteranno più gradevoli per i bambini. L’altro trucco di questa ricetta è ricorrere alla pentola a pressione per velocizzare i tempi e diminuire il lavoro.

Ingredienti per le polpette:

  • 500 gr di macinato di bovino
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo
  • parmigiano reggiano q.b. (circa 2 cucchiai)
  • pane imbevuto nel latte (circa un panino)

Ingredienti per il sugo:

  • 1 cipollotto
  • 2/3 carote
  • 200 gr di salsa di pomodoro
  • olio extra vergine d’oliva q.b.

Piccoli e semplici passaggi per preparare le polpette di carne al sugo:

  1. Amalgamate bene in un terrina il macinato, le uova e il parmigiano.
  2. Aggiungete la mollica di pane precedentemente imbevuta nel latte, avendo cura di strizzarla bene. Dovrete utilizzarne tanto quanto vi serve perché il composto risulti omogeneo e compatto e vi permetta di creare le palline.
  3. Una volta formate le polpette di carne, trasferitele in pentola a pressione con un po’ d’olio, il cipollotto tritato fine fine e le carote a pezzettini. Unite anche la passata di pomodoro e circa un bicchiere d’acqua. Non è necessario soffriggere le polpette, così risulteranno più leggere.
  4. Chiudete la pentola e fate cucinare le polpette circa 15 minuti dal fischio o in base ai tempi indicati per la cottura della carne nella vostra pentola a pressione.
  5. Mentre le polpette cucinano, potete preparare un riso bianco per insalate o un riso basmati di accompagnamento. Sarà un’ottima base per le vostre polpettine al sugo e renderà questa semplice ricetta un piatto completo anche dal punto di vista dell’apporto nutrizionale. Se optate per il riso basmati, vi consiglio di tostarlo prima un paio di minuti con un filo d’olio extra vergine d’oliva e cucinarlo poi per assorbimento.

Se vi interessano altre ricette per bambini a base di carne, potete provare anche le polpette di pollo o il pollo agrodolce con la salsa di pere e cipolle. Per le varianti vegetariane, invece, avete già sperimentato le polpette di quinoa o i burger di ceci e miglio?

 

Ricette per bambini Peri & the kitchen

Verdure e legumi: 30 ricette facili per bambini

Tra le domande che mi rivolgono più spesso le mamme, “come faccio a far mangiare le verdure a mio figlio” credo sia nella top ten in assoluto. E la risposta a come faccio è: provale tutte 🙂

Ogni bimbo ha i suoi gusti, lo sappiamo, e quello che funziona con uno non è detto abbia successo con l’altro. Per questo ho pensato di raccogliere più idee possibili, per cercare di accontentare tutti i palati. E così, io ed Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico, abbiamo studiato ben 3o ricette per bambini, suddivise per tipologia di verdura o legume di stagione.

Scusate il post un po’ lungo e poco leggibile… devo rifare il blog, lo so, ma abbiamo voluto darvi le dritte per tutti i piatti proposti a costo di un’estetica un po’ schifosetta.

Ricette facili per bambini con verdure e legumi

Potete anche scaricare il pdf con il pro memoria delle ricette  (le descrizioni le trovate in fondo al post), inserendo la vostra mail qui sotto. Se siete già iscritti, date un occhio alla posta: riceverete tutto via newsletter.

Please wait...
Loader

 

Ma perché le verdure sono così importanti, specie quando l’estate si avvicina? Ecco cosa ci spiega Alice.

In estate la frutta e verdura devono essere consumati ad ogni pasto e come spuntini. Con le alte temperature aumenta la sudorazione, con inevitabile perdita di acqua e sali minerali, oligoelementi e vitamine. E’ importante consumare frutta e verdura, possibilmente di colore diverso – giallo, rosso, verde, viola, arancione, bianco – per beneficiare di tutti gli antiossidanti, i sali minerali e le vitamine. La verdura estiva, cresciuta sotto il sole, contiene una maggiore quantità di sali minerali, vitamine e antiossidanti rispetto a quella non di stagione, cresciuta in serra. “

Ricette facili per bambini: carbonara vegetariana
ZUCCHINE e CAROTE
– Crema di zucchine, cipollotto e menta
Cucinate le zucchine con il cipollotto e un po’ di brodo vegetale. Frullate tutto insieme alla menta e servite la crema tiepida con dei crostini.
– Carbonara vegetariana
E’ sufficiente cucinare le zucchine a dadini su una padella antiaderente con un po’ d’olio extravergine d’oliva. Una volta scolata la pasta, unite l’uovo (1 ogni 2 persone) precedentemente sbattuto con del parmigiano e lasciatelo rapprendere 1 minuto col fuoco accesso. Aggiungete infine le zucchine.
– Pasta fresca con pomodorini, zucchine saltate e ceci
Condite i pomodorini con un po’ d’olio evo e origano. Saltate le zucchine e condite la pasta con tutti gli ingredienti. Potete usare i ceci in scatola, con l’accortezza di sciacquarli bene dall’acqua di conservazione.
– Polpette di zucchine e robiola
Grattugiate 2/3 zucchine crude e unitele a pan grattato, robiola, 1 tuorlo d’uovo, origano e menta. Create le polpettine e cucinatele in forno 180° per 25 minuti.
– Frittata di zucchine a rondelle
Dapprima cucinate le zucchine tagliate fine a rondelle con un filo d’olio evo e un po’ di porro o scalogno. Dopo 10 minuti, unite nella stessa padella l’uovo per fare la frittata.
– Carote speziate con semini tostati
Tagliate le carote a rondelle e mettetele in un sacchettino con olio, spezie e/o erbe aromatiche (curry, paprika, origano), un pizzico di sale, semi di sesamo, di zucca e di girasole. Sbattetele bene e trasferitele in una padella. Cuocete finché si ammorbidiscono.
– Purè di carote
Lessate le carote in un po’ brodo vegetale, frullatele e unitele alla base di un comune purè di patate.

– Muffin di carote

PEPERONI 
– Pasta con crema di peperoni e robiola 
Tagliate i peperoni a striscioline e cucinateli a fuoco vivo in una padella con un po’ d’olio evo, uno spicchio d’aglio e un po’ di pane grattugiato. Quando si sono ammorbiditi, levate la buccia e frullateli con la robiola fino a ottenere una crema con cui condire la pasta.
– Torta salata con peperoni e ricotta 
Per la sfoglia, unite 300 gr di farina, 4 cucchiai di olio evo, un pizzico di sale e acqua quanto basta fino a formare l’impasto. Cucinate in padella i peperoni con olio evo e origano (potete usate anche quelli già cotti surgelati). Stendete la pasta con l’aiuto del mattarello, inserite il ripieno e cucinate in forno a 180 ° per circa 30/40 minuti.
– Pasta con gamberi e peperoni 
Iniziate cucinando dapprima i peperoni a tocchetti con olio evo e un po’ d’aglio. A metà cottura, unite i gamberetti o le mazzancolle e completate le cottura per poi condire la pasta.
– Risotto con peperoni caramellati 
Per caramellare i peperoni, rosolateli con un po’ di cipolla e succo d’arancia. Poi utilizzateli come base per preparare un comune risotto.
– Farro con ceci e peperoni grigliati
Lessate il farro e unitevi i ceci (anche quelli in scatola vanno bene, basta sciacquarli accuratamente) e i peperoni grigliati. Potete utilizzare anche quelli surgelati per velocizzare.
– Peperoni ripieni di carne 
Per il ripieno potete usare della carne macinata magra, pan grattato, prezzemolo, un po’ di riso bianco lessato al dente e della salsa di pomodoro. Farcite i peperoni privati dei loro semi e infornateli a 200° per circa 1 ora.
 
MELANZANE 
– Parmigiana leggera di melanzane
Invece di friggere le melanzane, potete cucinarle alla griglia o in forno. Una volta pronte, disponetele a strati in una teglia aggiungendo salsa di pomodoro, mozzarella e basilico. Infornate a 200° per circa 40 minuti.
– Pizzette di melanzane
Tagliate le melanzane a dischi di 1,5 cm di spessore (precedentemente fatele asciugare su un tagliere con del sale grosso), spennellatele con olio evo e disponetele su una teglia da forno con carta anti aderente. Infornate a 180° per 10 minuti.  Cospargetele con della salsa di pomodoro e mozzarella a cubetti e ultimate la cottura in forno per altri 10 minuti.
– Pasta con pesto di melanzane

Mettete una melanzana grande intera in forno a 200°. Potete anche dimenticarla lì. Si gonfierà ma la pelle non farà bruciare l’interno. Una volta fredda, sbucciatela e frullatela con pinoli, mandorle, pomodori secchi, olio e menta o basilico.
Polpette di melanzane
Potete sfruttare delle melanzane già cotte avanzate (grigliate o cucinate al vapore) pan grattato, parmigiano, aglio e prezzemolo. Una volta create le palline, potete cucinarle in forno a 180° per 20 minuti o in padella con un po’ di olio evo.
– Involtini di melanzane
Tagliate le melanzane per lungo e cucinatele in forno. Poi arrotolatele per formare gli involtini e insaporitele in pentola con un po’ di salsa di pomodoro e basilico. Potete anche farcirle con pezzettini di mozzarella.
Ricette per bambini con piselli 
PISELLI 

– Lasagne di carasau con crema di piselli e verdure
– Risotto ai piselli
In pentola a pressione per velocizzare o seguendo il metodo tradizionale. Preparate prima la base di piselli con scalogno o cippollotto e tostate il riso prima di procedere alla cottura con il brodo vegetale. Aggiungete lo zafferano verso fine cottura per un tocco di sapore in più.
– Pasta al farro con piselli
Facilissima. Cucinate i piselli a vostro piacere e usateli per condire la pasta.
– Riso con crema di piselli e robiola 
Ideale per i più piccini se usate i chicchi di riso a cottura veloce. Una volta pronti, frullate i piselli con la robiola. Otterrete una crema delicata da unire al riso lessato a parte.
– Insalata fresca di riso/orzo con piselli, carote e pomodorini confit 
Un piatto dolce e colorato: lessate riso o orzo, passateli sotto l’acqua fresca e unite gli altri ingredienti cotti. Potete tagliuzzare le carote a piccoli pezzi e aggiungerle crude.

FAVE 
– Tortini con fave e piselli 
Frullate 200 gr di fave (anche quelle in scatola vanno bene) e 100 gr di piselli cotti con 200 gr di ricotta, 6 cucchiai di olio evo e menta.  Montate le uova con le fruste e unite i due composti. Oliate dei pirottini delle dimensioni di un muffin e versate il composto. Infornate a 180°C per 20 minuti.
– Purè di fave  
Basta lessare le fave in brodo di verdura e frullarle con abbondante olio evo.
– Hummus di fave e piselli con crostini di pane 
Cucinate fave e piselli e frullateli con un po’ d’olio evo, tahin, succo di limone e prezzemolo.
Se vi interessano altre idee per questa stagione, potete consultare anche il menu settimanale di primavera.
Pomodorini Confit

Pomodorini confit

Non avevo mai provato a fare i pomodorini confit, eppure sono facilissimi e super buoni. Si prestano a tanti utilizzi e si conservano in frigo in un vasetto di vetro.

Potete sfruttarli per creare delle bruschette, condire una pasta (al pesto … la morte sua), preparare un’insalata di riso o di farro, proporli come contorno o antipasto.
La mia amica e nutrizionista Alice Cancellato suggerisce di abbinarli anche all’avocado, ad esempio in una bella bruschetta a base di pane tostato, maionese di avocado e pomodorini. Di solito ai bimbi piacciono perché sono davvero dolcissimi.

E quando il sole comincia a farsi sentire, i pomodori si fanno ancora più buoni!

Ricetta pomodorini confit

Ingredienti per una teglia:

  • 15 pomodorini ciliegini o datterini
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • origano q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Come preparare i pomodorini confit

Bastano 3 passaggi:

1. Tagliate i pomodori ciliegini a metà e disponeteli su una teglia da forno ricoperta di carta antiaderente, con la parte tagliata verso l’alto.

2. Spargete sopra ogni pomodorino lo zucchero, l’origano, il sale e il pepe e un po’ d’olio extra vergine d’oliva.

3. Cucinate in forno preriscaldato a 140° per circa un’ora e mezza. L’acqua dei pomodori dovrà evaporare e li vedrete abbrustolire un po’. Non devono però seccarsi troppo.

 

 

Maionese di Avocado

Avocado: maionese e altre ricette

Qualche giorno fa ho preparato per caso – come spesso mi accade in cucina quando combino qualcosa di interessante – una cosa buonissima a base di avocado: la maionese di avocado, appunto.

L’avocado è un frutto ricchissimo di proprietà ed è un alimento ottimo anche per i bambini. Contiene antiossidanti, é ricco di vitamine, soprattutto A ed E, sali minerali, è una fonte di energia ricca di grassi buoni e facile da digerire.

Questa maionese si prepara in un attimo: è delicata, super cremosa e la potete utilizzare, specie nella stagione primaverile/estiva, come accompagnamento ad altre pietanze o come base per sandwich e panini per tutti i gusti. Ad esempio, potete preparare un burger vegano utilizzando i burger di ceci e miglio al posto della carne e spalmando la maionese di avocado sul pane, oppure potete usarla come accompagnamento alle polpette di quinoa, o come ripieno alternativo per colorare delle uova sode.

Come preparare la maionese di avocado

Ingredienti:

  • 1/2 avocado maturo
  • un po’ di succo di limone (meno di mezzo)
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:
In un piccolo mixer fate frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema spumosa. Fine 🙂

Altre idee per sfruttare l’avocado

La prima volta che ho preparato questa maionese, l’ho utilizzata con dei crostini di pane tostato, uova sode e asparagi ed è stato un vero successone.

Avocado, uova e asparagi

Se avete un avocado maturo, potete anche sfruttarlo al posto del burro nel creare delle fette di pane e marmellata a colazione o merenda. Basta utilizzare un coltellino da passare su metà avocado proprio come fosse del burro. Il sapore delicato, morbido e oleoso sarà una base perfetta per tutti i tipi di confettura.

Insalata di avocadoIo amo particolarmente questo frutto e a volte lo gusto semplicemente in un’insalata insieme a scaglie di parmigiano reggiano, mele, un pizzico di sale, qualche goccia di limone e olio extra vergine d’oliva. Un piatto forse più adatto ai genitori che ai bambini … ma ci siamo anche noi da accontentare 🙂

 

Uova ripiene - ricette per bambini

Uova colorate ripiene

Anche le ricette per bambini possono fare gola agli adulti. Ecco un’idea semplice ma sfiziosa per proporre le uova sode in modo diverso e decisamente colorato.

A volte davvero basta un tocco di fantasia per trasformare dei piatti semplici – cosa c’è di più semplice delle uova sode? – in un racconto, un’avventura fatta di personaggi divertenti che possono conquistare i nostri piccoli e, perchè no, i nostri ospiti. Leggi anche … cosa porto a mia suocera al pranzo di Pasqua?

Uova ripiene - ricette per bambini

Matte ha iniziato da poco, benché abbia quasi 4 anni, a mangiare le uova sode. E ancora elimina il tuorlo. Non si fida, non gli va, non si sa 🙂 Da qui l’idea di svuotare le uova dal loro ripieno originale e di sostituirlo con qualcosa di colorato e più invitante.

Sono davvero semplicissime. Seguendo lo stesso procedimento potete usare altre verdure per il ripieno (io mi sono ispirata ad una ricetta di Giallo Zafferano che poi ho rivisitato) e sbizzarrirvi con le forme che più vi piacciono.

Come preparare le uova sode ripiene:

Ingredienti per 12 pezzi:

  • 6 uova
  • 60 gr circa di ricotta, robiola o formaggio fresco (per i bambini, meglio la ricotta)
  • 1 rapa rossa lessata sottovuoto
  • 200 gr di spinaci freschi

Ripieno uova sode

Preparazione:

  1. Immergete le uova in un pentolino pieno d’acqua e cucinatele per 9 minuti dal bollore. La leggenda narra che con qualche chicco di sale grosso le uova non si rompono. Io che amo le favole, seguo la leggenda.
  2. Per il ripieno verde: lavate e lessate gli spinaci. Una volta pronti, strizzateli bene e frullateli con parte del formaggio, fino a creare una crema omogenea.
    Per il ripieno fucsia seguite lo stesso procedimento: con la barbabietola: tagliate a pezzi la barbabietola e frullatela insieme al resto del formaggio.
  3. Una volta raffreddate e sbucciate le uova, tagliatele a metà, estraete delicatamente il tuorlo a 4 uova e tenetelo da parte per completare la decorazione.
  4. Farcite le uova vuote con le salse colorate e disponetele sui piatti creando le storie che più vi piacciono.
    Io mi sono ispirata alla primavera, ma ovviamente non c’è limite alla fantasia.

Uova sode ripinene Coccinella

Menu Settimanale Primavera

Ricette sane e gustose nel menu di primavera

E’ possibile combinare ricette sane per bambini in un menu settimanale gustoso per tutta la famiglia, ma non troppo faticoso?

E’ quello che ho cercato di fare con questa nuova proposta di pranzi e cene per tutta la settimana, ispirati alla primavera.

Finalmente è arrivata la stagione delle primizie, dei fiori e delle giornate che si allungano. E quando si può stare di più all’aperto, chi ha voglia di passare tempo in cucina? Io, giusto per non fare nomi, non tanto.

Ecco perché ho cercato di semplificare al massimo le ricette di questo menu, studiato con l’aiuto di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico che è ormai il mio braccio destro per tutto ciò che riguarda il mondo delle ricette sane per bambini. Tutti i pasti sono completi e bilanciati dal punto di vista nutrizionale e sfruttano i frutti deliziosi che la primavera ci offre.

Ricette sane per bambini nel menu primaverile

Potete scaricare gratuitamente il menu in PDF, lasciando i vostri dati qui sotto. Se li avete già forniti in precedenza, controllate la vostra posta e troverete il menu con la newsletter.

Please wait...
Loader

 

E visto che il mio motto è “più facile è più buono“, perché non aiutarsi con un pratico planning settimanale come quello della foto? E’ magnetico, si attacca a tutte le superfici metalliche e vi permetterà di annotarvi pranzi, cene e appunti sulla spesa. 

Planning ricette sane per bambini

Ecco le ricette del menu settimanale

LUN
pranzo: Cous cous con crema di ceci e carote
cena: Pennette al ragù di pesce

MAR
pranzo: Bocconcini di pollo al curry su una base riso bianco e taccole al vapore.
Infarinate leggermente i bocconcini di pollo e cucinateli su una pentola antiaderente con un po’ d’olio extra vergine d’oliva. A metà cottura, aggiungete il curry sciolto in una tazzina d’acqua bollente.
cena: Spaghetti al pesto genovese e frittatina agli spinaci

MER
pranzo: Riso allo zafferano con scalogno, piselli e carote.
Preparate la base con lo scalogno, i piselli e le carote cucinando le verdure con un po’ d’olio extra vergine d’oliva. Versate quindi il riso e fatelo tostare. Procedete la cottura aggiungendo un po’ per volta il brodo vegetale. Unite lo zafferano 5 minuti prima di spegnere il fuoco.
cena: Insalata di farro con crema di spinaci, ricotta e pomodorini secchi
Cucinate per assorbimento gli spinaci freschi (o surgelati) in un pentolino antiaderente con un po’ d’acqua. Una volta pronti, strizzateli e frullateli insieme alla ricotta e ai pomodorini precedentemente tagliati e ridotti a crema con un frullatore a immersione. Lessate il farro e unite gli altri ingredienti.

GIO
pranzo: Spaghetti al pesto di fave
cena: Straccetti di manzo con riso basmati e carotine.
Per rendere più gustosi gli straccetti, potete preparare una base con olio extra vergine d’oliva, pomodorini ciliegini e rosmarino. Una volta che i pomodorini hanno rilasciato il loro sughetto, aggiungete la carne e fatela rosolare appena. Servite insieme al riso e a delle carotine crude da sgranocchiare.

VEN
pranzo: Fregola in brodo e pesce al forno.
Potete acquistare la fregola al supermercato e cucinarla come una comune pastina in brodo, in base ai tempi di cottura indicati sulla confezione. Per il pesce, optate per dei filetti da cucinare al forno con un’impanatura profumata, ad esempio a base di pane di grano duro, origano, salvia e buccia d’arancia.
cenaPiada Pizza

SAB
pranzo: Gnocchi rosa di barbabietole e ricotta
cena: Pasta al pomodoro e pollo agrodolce con pere e cipolla

DOM
pranzo: Risotto agli asparagi e uovo alla coque o secondo la cottura che preferite.
Per preparare il risotto agli asparagi, sfruttate le parti di gambo che scartate per insaporire il brodo vegetale. Fate rosolare con un po’ d’olio extra vergine d’oliva gli asparagi tagliati a rondelle, ad esclusione delle punte. Aggiungete il riso. Dopo averlo fatto tostare, completate la cottura versando il brodo un po’ per volta. Unite le punte degli asparagi gli ultimi 5 minuti. Per i più piccoli, potete usare un riso a cottura veloce e frullare gli asparagi, una volta cotti.
cena: Pasta al salmone e pomodoro fresco.
Per preparare il sugo, tagliate il salmone a cubetti e fatelo rosolare in pentola con olio extra vergine d’oliva, pomodorini ciliegini e un po’ di timo.

Se vi siete persi i menu precedenti, ecco quello dedicato allo svezzamento e il menu settimanale di febbraio.

Per qualsiasi dubbio su preparazioni, ricette o altro, non esitate a scrivermi qui, sulla mia pagina facebook o via mail a info@periandthekitchen.com.

 

Ricette sane per bambini

Il pesto di fave

Spesso si pensa che le ricette sane per bambini siano qualcosa di insipido e triste. Errore! Avete mai assaggiato il pesto di fave? Provate questa versione con anacardi e pecorino e poi raccontatemi cosa ve ne pare.

Quando arriva la primavera … zac, mi scatta subito la voglia delle primizie. Questo pesto di fave è una vera dritta. Si prepara in pochi minuti ed è comodissimo per condire una pasta e servire un piatto unico per tutta la famiglia.

Le fave sono tipiche della primavera, appartengono alla famiglia delle leguminose e sono quindi un’ottima fonte di proteine vegetali. In questo pesto, il loro sapore gustoso si combina armoniosamente con quello del pecorino e del basilico. Potete usarlo per condire una pasta aggiungendo un po’ di acqua di cottura o spalmarlo su una bella fetta di pane per degli sfiziosi antipasti.

Come preparare il pesto di fave

Ingredienti:

  • 150 gr di fave fresche lessate o in vasetto sott’olio e sale
  • 70 gr di pecorino grattugiato
  • 45 gr di anacardi
  • 80 ml di olio extra vergine d’oliva
  • qualche foglia di basilico

E’ sufficiente polverizzare gli anacardi con un macinino, unire gli altri ingredienti e ridurli a crema con l’aiuto di un robot da cucina.

Se usate le fave fresche, una volta spelate, potete lessarle in acqua bollente per circa 7 minuti. Quindi le scolate e le frullate insieme agli altri ingredienti, aggiungendo l’olio a filo un po’ per volta. Potete usare anche quelle già lessate in barattolo, con l’accortezza di sciacquarle sempre bene per eliminare il sale del liquido di conservazione.

Non finirò mai di ringraziare Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico, per tutti i buoni consigli che mi dà nella preparazione di tante ricette sane per bambini. Se vi piace l’idea del pesto, ecco altre ricette che vi potrebbero tornare utili:

pesto crudo di broccoli
pesto di carote e ceci
pesto di zucchine

Menu Svezzamento

Ricette per lo svezzamento: menu e consigli

Quando ho cominciato a fare le prime pappe a Matte, sono andata un po’ in confusione. Non sapevo bene quali fossero le ricette per lo svezzamento o se dovevo seguire uno schema preciso: mi pareva di cucinare sempre le stesse cose, senza un’idea chiara di come alternare gli alimenti. E’ un po’ da questo vuoto che ho deciso poi di occuparmi di un progetto dedicato proprio all’alimentazione per bambini.

Svezzamento

Questo menu per lo svezzamento mi riporta con affetto indietro di un paio d’anni quando Matte era piccolino ed è iniziata questa avventura: spero possa tornare utile a tutte le mamme e i papà alle prese con le prime pappe.

Menu Svezzamento

Andate davvero tranquilli perché è stato studiato nel minimo dettaglio con la preziosa collaborazione di Alice Cancellato, nutrizionista del Policentro Pediatrico, per offrirvi una proposta di menu settimanale davvero bilanciata e garantita. Alla fine del post, potete leggere il suo commento che aiuta a capire come è stato studiato questo schema, oltre a qualche utile consiglio della pediatra del Policentro.

Potete scaricare il menu svezzamento in pdf da appendere in cucina, inserendo i vostri dati qui sotto che saranno usati solo per tenervi aggiornati sui prossimi menu.

Please wait...
Loader

Ecco le proposte di ricette per lo svezzamento

Questo schema contiene delle proposte di massima. E’ sempre opportuno appoggiarsi al proprio pediatra di riferimento per definire tempistiche e tipologia di svezzamento. Una volta decisa la strada da adottare, il nutrizionista potrà aiutarvi a stabilire le ricorrenze degli ingredienti e il tipo di alimentazione da preferire, in base alle caratteristiche del vostro bimbo.

LUN
pranzo: Pastina con rosso d’uovo cotto alla coque e zucchine a dadini. Potete cucinare le zucchine direttamente sfruttando l’acqua di cottura della pasta e poi condirla insieme all’uovo per una prima carbonara leggera ma gustosa.
cena: Crema di cereali con pollo al vapore frullato e carotina tritata. Cucinate il pollo al vapore e tritatelo finemente insieme ad una carota cotta. La crema così sarà più completa e invitante.

MAR
pranzo: Cous cous con crema di broccoli e ricotta. Potete usare un cous cous biologico precotto, lessare i broccoli e frullarli con la ricotta fino a ottenere una crema.
cena: Risotto con crema di lenticchie rosse decorticate. Per risparmiare tempo e ottenere un riso facile da masticare anche per i bambini più piccoli, vi consiglio di usare inizialmente i chicchi di riso per bambini che cuociono in 6 minuti. A parte, potete cucinare le lenticchie con un filo d’olio extra vergine d’oliva e un po’ di porro, poi frullate e unite al riso lessato.

MER
pranzo: Pastina con ragù di pesce
cena: Gnocchi di semolino al pomodoro

GIOV
pranzo: Orzo con verdure. L’orzo è una valida alternativa al riso. Potete cucinarlo in pentola a pressione come un comune risotto con le verdure di stagione che preferite.
cena: Pastina con ragù di carne. Potete evitare il soffritto e cucinare dapprima un trito di sedano, carota e cipolla con un po’ d’acqua bollente. Unite poi del macinato di manzo di qualità e la passata di pomodoro.

VEN
pranzo: Ditalini al farro con spinaci e ricotta. Lessate gli spinaci e tritateli bene insieme alla ricotta facendo attenzione che non siano filamentosi. Otterete una crema delicata con cui condire la pasta.
cena: Conchigliette con piselli. Per rendere questo primo piatto più gustoso, cucinate i piselli con un po’ di porro o scalogno.

SAB
pranzo: Crema di carote e patate, burger di ceci e miglio
cena: Pasta al pesto di zucchine

DOM
pranzo: Pennette al pomodoro e frittatina
cena: Risotto allo zafferano con cipolla e carota. Potete usare i chicchi di riso da cucinare per assorbimento in pochi minuti o procedere come un comune risotto, anche in pentola a pressione. Se scegliete la via tradizionale, potete sbirciare la video ricetta del risotto alla zucca per i passaggi principali.

Alice Cancellato ci aiuta a capire come sono state studiate le proposte per la settimana e cosa è importante tenere presente in questa fase dell’alimentazione per bambini.

“Questo menù assicura ogni giorno carboidrati provenienti da fonti diverse (riso, pasta di semola e di farro, orzo, miglio e patate), proteine sia animali che vegetali e verdura di colori diversi. Variare l’alimentazione è importante per assumere tutti i nutrienti, i sali minerali e le vitamine senza mai eccedere.

Nella stesura del menù inoltre è stata data un’attenzione particolare alla frequenza delle fonti proteiche in modo tale che le proteine animali siano sempre alternate da quelle vegetali. Noterete anche che per due sere le proteine non sono proprio previste. La cena infatti deve essere il pasto più leggero e digeribile, ricco in carboidrati complessi e con un ridotto apporto proteico, che viene comunque fornito anche dai cereali. ”

Last but not least … con grande piacere riporto i consigli della dott.ssa Erika Biral, medico specialista in pediatria al Policentro Pediatrico di Milano.

“Negli ultimi anni lo svezzamento tradizionale, che prevede un calendario ben preciso di introduzione degli alimenti, è stato affiancato e in parte sostituito da una nuova proposta, la cosiddetta “alimentazione complementare a richiesta”, che accantona i vari schemi delle “pappe” e si plasma sui tempi del bambino e sulla possibilità di far assaggiare tutti i cibi che vengono consumati dagli adulti, purché sani ed equilibrati, con rare eccezioni. Non esisterebbe quindi la necessità di introdurre tardivamente alimenti considerati potenzialmente allergizzanti.

Questa proposta sembra di facile attuazione e adatta universalmente a tutte le famiglie e a tutti i bambini. Tuttavia è bene fare qualche precisazione:

– La nuova avventura alimentare è un’esperienza che coinvolge tutta la famiglia e che offre l’occasione per una riflessione sulla qualità dei pasti che vengono consumati. I bimbi possono assaggiare da subito gli alimenti consumati dagli adulti, a patto che gli adulti seguano una dieta sana ed equilibrata.
– Se gli adulti seguono regimi alimentari vegetariani o vegani, è indispensabile che la famiglia venga affiancata da un nutrizionista o da un pediatra esperto in nutrizione per garantire il corretto apporto dei nutrienti al bimbo in fase di svezzamento.
– Per i bambini a cui sono state diagnosticate allergie nei primi mesi di vita, è opportuno impostare uno schema di svezzamento ad hoc.

E’ sempre consigliabile quindi condividere con il proprio pediatra la tematica dell’introduzione dei cibi diversi dal latte in modo da affrontare insieme alcuni dettagli e iniziare con una migliore consapevolezza questo percorso.”

Cous cous ceci e verdure

Cous cous con ceci e carote: una ricetta veloce per i tuoi bambini

Siete alla ricerca di una ricetta facile per bambini? Provate questo cous cous vegetariano con crema di ceci e carote: un piatto unico dolce e sfizioso, pronto in pochi minuti.

Fin da quando Matte era piccolo, ho sempre pensato che preparare il cous cous fosse una dritta. Una delle prime video ricette per lo svezzamento è stata proprio a base di cous cous. Si possono scegliere diversi tipi di semola, quello precotto è pronto in 5 minuti e ci si può sbizzarrire con verdure di stagione e ingredienti a piacere. In questo caso, la scelta dei ceci lo rende un piatto completo anche dal punto di vista delle proteine vegetali fornite dai legumi.

Ceci

La cosa bella di questa ricetta è proprio la crema di ceci e carote con cui condire il cous cous: è talmente dolce e sfiziosa che diventa ottima anche da spalmare sul pane per una colazione salata o una merenda diversa. E’ proprio per questo che mi è sembrata una bella idea con cui ringraziare il gruppo delle Instamamme per l’intervista che mi hanno dedicato. Che bello avere l’occasione di raccontarsi, grazie girls!

Pane con crema di ceci

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 50 gr di cous cous precotto e 200 ml circa di acqua a persona
  • 100 gr circa di ceci lessati ( anche quelli in scatola vanno bene)
  • 2 carote grandi
  • 60 ml di olio extravergine d’oliva
  • origano q.b.
  • le cime di un broccolo medio

Come preparare il cous cous con crema di ceci e carote

– Per prima cosa, tagliate le carote a rondelle e cucinatele su una pentola anti aderente con un po’ d’olio extra vergine d’oliva e un po’ di origano. Sfruttate il coperchio per velocizzare la cottura.
– Nel frattempo, cucinate a vapore anche i broccoli con cui potrete poi completare il piatto.

Carote Broccoli al vapore

– Una volta che si sono ammorbidite, frullate le carote insieme ai ceci lessati (quelli in scatola vanno benissimo, basta sciacquarli bene) e l’olio.

Crema di ceci e carote

– A questo punto, non vi resta che cucinare il cous cous in base ai tempi indicati sulla confezione. Potete usare la stessa pentola dove avete cucinato le carote e tostarlo un po’ prima di aggiungere l’acqua per cucinarlo.
Amalgamate gli ingredienti e, se necessario, potete sfruttare un po’ d’acqua di cottura dei broccoli per rendere più morbido il tutto e bon appetit!